Pannello Solare Termico: Piano o Sottovuoto

[fa icon="calendar"] 29 luglio 2016 - 20:30 / da Sergio Cucchiara

Sergio Cucchiara

Pannello Solare Termico: Piano o Sottovuoto

Il risparmio e la riqualificazione energetica degli edifici sono obiettivi comuni per chi vuole migliorare l’efficienza della propria abitazione e produrre acqua calda sanitaria senza costi.

Tra le tecnologie più installate per ridurre i consumi, che a oggi arrivano ad una percentuale del 70% sulle spese familiari, sta prendendo piede il pannello solare termico. 

Il solare termico utilizza l’energia del sole al posto di quella del gas o altro combustibile per riscaldare sia l’acqua sanitaria che quella necessaria all’impianto di riscaldamento e, utilizzando una fonte di energia completamente gratuita, aiuta a ridurre notevolmente le spese.

Come funziona un impianto solare termico?

schema_impianto_solare_termico.jpg

L'impianto solare termico è composto da uno o più pannelli, da un serbatoio di accumulo dell'acqua calda (detto anche bollitore) e da una pompa per la circolazione dell'acqua.

In questo esempio, il fluido circola nelle tubature del pannello, viene scaldato dall’energia solare e tramite il circuito cede il calore al bollitore dell’acqua calda sanitaria. In funzione del fabbisogno dell’utenza, l’acqua calda sanitaria viene distribuita tramite i diversi rubinetti. Un impianto di questo tipo viene gestito tramite una regolazione solare, che governa in maniera intelligente l’intero sistema, in modo che la caldaia si attivi solo quando la richiesta termica è superiore a quella fornita dai soli pannelli solari.

regolazione-solare-italia.jpg


L’irraggiamento solare varia considerevolmente da circa 50 W/mq, con cielo molto coperto, a 1000 W/mq con cielo sereno.

Non tutte le zone possono godere della stessa quantità di energia, infatti, questa varia considerevomente da Nord a Sud e dalla pianura alla montagna. In aggiunta, sulle zone costiere, grazie alla maggiore quantità di sole, i pannelli ottengono più energia.

Dalla cartina puoi vedere come l’irraggiamento medio annuo va dai 1200 kWh/mq di Bolzano ai 1700 kWh/mq di Trapani, e che le ore di sole vanno dalle 1900 dell’Alto Adige alle 2800 in Sicilia.

 

 


Quali sono le differenze tra pannello solare sottovuoto e piano?

Sono diverse le tipologie di pannello solare puoi acquistare e si differenziano sia per la struttura sia per il funzionamento. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche dei collettori piani rispetto a quelli sottovuoto.


1. PANNELLO SOLARE TERMICO PIANO

solare-piano.jpg

Il Pannello Solare Termico Piano ha temperature di accumulo che possono arrivare fino a 90°.

È composto da una lastra di vetro antiriflesso (1), da un assorbitore di luce solare (2) e da un telaio isolato termicamente (3).

All'interno dell'assorbitore ci sono dei tubi di rame in cui scorre il fluido termovettore.

interno_solare_piano.jpg

Chi installa un impianto solare termico piano (Vitosol 200-FM) gode di una serie di vantaggi:

  • Montaggio universale. Non ha alcun problema con la tipologia di tetto presente sull'abitazione.
  • Dimensionamento semplificato.
  • Lunga durata dei componenti grazie all'azzeramento dei periodi di stagnazione a elevate temperature. Grazie alla nuova superficie selettiva ThermProtect di Viessmann, una volta che l’acqua è stata riscaldata in maniera efficiente e gratuita, il pannello impedisce l'ulteriore apporto di calore all’impianto, preservandolo così dalle alte temperature e dalle problematiche legate alla stagnazione.

 

2. PANNELLO SOLARE TERMICO A TUBI SOTTOVUOTO

casa-pannelli-sottovuoto.jpg

Un pannello solare termico sottovuoto ha inclinazione e orientamento analoghi al pannello piano, quindi può essere installato sia sul tetto che in facciata, ma si differenzia per:

  • L'orientamento dei singoli tubi, che è al massimo di max 25° per lato.
  • Efficienza maggiore, che sia aggira attorno al 15-20% perchè disperde meno, in quanto è sottovuoto.

I pannelli solari termici a tubi sottovuoto sfruttano il principio Heatpipe. I tubi in vetro sono formati da una superficie captante e da un piccolo tubo in rame (detto "capillare").
Il principio Heatpipe si basa sull'evaporazione e la condensazione del fluido presente nei capillari. Questo, scaldandosi, evapora e porta il calore assorbito al collettore di raccolta. Il fluido termovettore che scorre nel collettore di raccolta trasporta il calore al bollitore.

 

interno-pannelli-sottovuoto.jpg

 

Quale pannello è il migliore per la tua abitazione? Quelli piani o a tubi sottovuoto? Chi può darti una risposta è un tecnico certificato Viessmann che, in base alle caratteristiche della tua abitazione, potrà consigliarti il prodotto più adatto a te, evitando inutili sovradimensionamenti o scelte antieconomiche.

Check Up Energetico Gratuito

Categorie: Solare Termico

Sergio Cucchiara

Scritto da Sergio Cucchiara

Esperto in caldaie e impianti solari termici, è tecnico e formatore dell'Accademia Viessmann Italia rivolta a tutte le figure professionali del settore termotecnico, con corsi specifici sulle tecnologie di caldaie murali e a basamento, pompe di calore e criteri di installazione degli impianti solari termici per un ottimale utilizzo dell’energia solare.

Trova il tecnico più vicino
Trova il tecnico più vicino
Sei un installatore? Scopri il mondo viessmann

Iscriviti al nostro blog