16 novembre 2020  |  a cura di Nicola Tognon  |  condividi con

Sanificazione aria con plasma freddo: arma letale contro il Covid-19

16 novembre 2020
News

Recenti test effettuati dall’Università di Padova confermano che la ionizzazione a plasma freddo distrugge il 99,9% del Coronavirus presente in una stanza in circa mezz’ora. Dotarsi di questa tecnologia è possibile (e semplice). Perché non pensarci?

Mentre si continua sottolineare l’importanza dell’uso di mascherine e di altre buone abitudini quotidiane, ci si dimentica di ricordare quanto la tecnologia può aiutarci nella prevenzione del contagio da Coronavirus in ambienti chiusi.
Ormai sappiamo che il mezzo più utilizzato dal virus per propagarsi sono le goccioline infette che fuoriescono quando si starnutisce o si tossisce (droplet) e le particelle più piccole (aerosol) emesse quando respiriamo e parliamo, che tendono a sostare nell’aria a lungo. Qui arrivano in soccorso i sistemi di sanificazione dell’aria come quelli basati sul plasma freddo, che agiscono purificando in maniera costante l’aria presente in uno spazio chiuso.

Vi avevamo già parlato della tecnologia NTP (Non Thermal Plasma) qualche mese fa, spiegando la sua efficacia nella distruzione di agenti patogeni di origine biologica come virus e batteri; ora riprendiamo l’argomento, perché uno studio firmato dall’équipe del professor Andrea Crisanti dell’Università di Padova ha confermato che il plasma freddo è un’arma micidiale proprio contro il Covid-19. Il Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova, in particolare, ha testato per alcuni mesi i purificatori d’aria basati su questa tecnologia, scoprendo che abbattono fino al 99,9% della carica virale che causa il SARS-CoV-2 presente in una stanza, e lo fanno in un arco temporale assolutamente ragionevole: in soli 30 minuti viene spazzata via quasi completamente ogni traccia del virus nell’aria.
Pensate a quanto potrebbero essere utili questi “air cleaner” nelle abitazioni, nei locali commerciali come bar, ristoranti e negozi, negli uffici e in qualsiasi altro ambiente confinato dove sostano diverse persone. Senza dimenticare che sono efficaci anche contro le muffe, i cattivi odori e tutti i Composti organici volatili, tra i quali sostanze chimiche dannose per la salute (il più noto è la formaldeide) che possono essere generate da prodotti cosmetici, detergenti, colle, solventi, vernici e strumenti di lavoro come stampanti e fotocopiatrici.

Come funzionano i purificatori d’aria a plasma freddo?

I purificatori d’aria a plasma freddo non introducono nell’aria sostanze chimiche, ma si basano sul naturale processo della ionizzazione (il plasma è un gas ionizzato, in questo caso l’aria) realizzato, appunto, a freddo, ossia tramite l’azione di un campo elettrico oscillante che causa l’aumento dell’energia cinetica delle molecole.
Entrando in collisione, esse perdono o acquisiscono elettroni diventando ioni; le molecole di ossigeno ionizzate hanno la capacità di danneggiare le membrane cellulari di virus e batteri, annientandoli.

I purificatori d’aria a plasma freddo non sono la soluzione “definitiva” nella lotta al Covid, ma certamente possono rappresentare un supporto prezioso. Se a questi dispositivi si abbina anche una corretta areazione dei locali tramite sistemi per la Ventilazione meccanica controllata, le linee di difesa contro il virus si rinforzano ulteriormente.
Un sistema di Ventilazione Meccanica Controllata, infatti, si occupa del ricambio dell’aria che in inverno risulta difficile perché non si possono areare naturalmente i locali, contribuendo a diluire l’eventuale concentrazione di agenti patogeni presenti negli ambienti. Non solo. Immettendo costantemente aria fresca microfiltrata, la VMC elimina anche polveri sottili e pollini che possono entrare dall’esterno.

Come ci si può dotare della purificazione dell’aria con plasma freddo?

Se si è interessati solo alla funzione di sanificazione dell’aria indoor è possibile acquistare dispositivi da appoggio portatili basati sul plasma freddo da posizionare come un normale soprammobile (basterà avere a disposizione una presa dell’elettricità). A questa categoria di apparecchi appartiene il Bioxigen® Living di Viessmann, uno ionizzatore d’ambiente di dimensioni contenute a forma di sfera, utilizzabile nelle singole stanze di un’abitazione o di un ufficio (il volume d’aria trattato va da 20 a 80 m3). Per chi cercasse una soluzione per l’aria sana “radicale”, nella quale la sanificazione è integrata con il ricambio dell’aria, al dispositivo Bioxigen® Living si può abbinare un sistema di VMC decentralizzata, che non necessita di canalizzazioni e può essere installato a parete in singoli locali (basta un foro nel muro esterno), come l’Energyvent 150-D o il Vitovent 100-D. Per soluzioni di VMC centralizzata, Viessmann offre inoltre nuovi sistemi di sanificazione a plasma freddo integrati negli impianti. La tecnologia della ionizzazione a plasma freddo, attivabile semplicemente dal telecomando, è integrata anche in alcuni climatizzatori di nuova generazione Viessmann, come i modelli monosplit Vitoclima 300-Style e Vitoclima 232-S e la versione multisplit Vitoclima 300-S.

Per la scelta della soluzione idonea bisogna considerare sia le dotazioni già presenti nella propria abitazione sia la portata di aria necessaria per i locali che si vogliono sanificare, tenendo presente che un utilizzo non adeguato di questi sistemi (per esempio locali troppo grandi per la portata) ne riduce l’efficacia.

Casa più sana a un costo minore

Come abbiamo visto, avere una casa purificata è importante per il benessere tuo e dei tuoi cari. E se ti dicessimo che oggi installare un impianto di VMC e/o sistema di sanificazione è ancora più conveniente grazie alle agevolazioni fiscali?
Ecco come:

  1. Detrazione al 50% per ristrutturazione (Bonus Casa), quindi qualsiasi intervento che preveda:
    • installazione VMC
    • installazione sistema di sanificazione
    • installazione VMC + sistema di sanificazione
  2. Ecobonus 65% per riqualificazione energetica, quindi qualsiasi intervento che preveda:
    • installazione VMC
    • installazione sistema di sanificazione
    • installazione VMC + sistema di sanificazione

Trattandosi di “riqualificazione energetica”, l’agevolazione è possibile solo nel caso di contestuale riqualificazione energetica dell'edificio. Ciò significa che l’immobile va praticamente ristrutturato per arrivare ad avere caratteristiche termiche paragonabili ad un “nuovo edificio”.

Attenzione: al momento l’installazione di un impianto VMC non è incentivabile tramite Ecobonus 110%.

Queste agevolazioni fiscali (50% e 65%) possono essere recuperate dall’Irpef in 10 anni, oppure, come alternativa, convertite in uno sconto immediato in fattura. Viessmann, insieme alla propria rete di installatori certificati Partner per l’Efficienza Energetica, ha scelto di offrire questo vantaggioso servizio per agevolare i privati che scelgono i suoi prodotti.

Nuovo impianto VMC? Subito per te lo sconto in fattura del 50% o del 65%*. Non aspettare 10 anni! Contatta l'installatore Partner Viessmann più vicino a te.
*solo nel caso di riqualificazione energetica globale dell'appartamento ai sensi di legge

Check Up Energetico Gratuito

Lascia un commento

E' stato interessante?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nuovi articoli