12 maggio 2020  |  a cura di Sergio Cucchiara  |  condividi con

Climatizzatori: per la massima efficienza scegli la Classe A+++

12 maggio 2020
Climatizzatori e Condizionatori

La classe A+++, che caratterizza il climatizzatore Vitoclima 300-Style, vanta indici di prestazione particolarmente elevati: vi spieghiamo cosa si cela dietro le sigle SEER e SCOP.

Se fino a qualche anno fa i consumi elettrici erano minori durante la stagione estiva, con la diffusione dei climatizzatori nelle abitazioni e negli uffici la situazione è cambiata: l’accensione di questi sistemi energivori, infatti, fa schizzare i consumi e le bollette possono andare alle stelle. Il condizionamento estivo, da solo, può superare il 15% del consumo elettrico totale di una famiglia “tipo”.

Se sei alla ricerca di un nuovo climatizzatore o devi sostituire quello vecchio, non perdere la nostra guida: come raffrescare casa con qualità ed efficienza! Leggi qui > 

Per non rinunciare all’aria fresca diffusa dal climatizzatore e tenere contemporaneamente a bada i consumi bisogna valutare diversi elementi, ma il più importante è senz’altro la classe energetica dell’apparecchio, che ne indica l’efficienza: più elevata è la classe energetica, minori saranno i consumi per raffrescare gli stessi ambienti, rispetto a un modello meno performante, e maggiore sarà la sostenibilità ambientale.

La classe energetica dei condizionatori nuovi prevede diversi livelli che partono dalla A+++ e arrivano alla D; la normativa europea, in realtà, stabilisce che sistemi con classi inferiori alla A+ oggi non siano più commercializzabili. Sulla carta (ossia con condizioni di temperatura e umidità standard e costanti), la classe efficienza A+++ in modalità raffrescamento vanta un consumo annuo di circa 160 kWh, che significa il 40% in meno rispetto a un modello A. Si comprende facilmente, dunque, quanto sia importante la classe energetica nella scelta di un climatizzatore.

Il nuovo climatizzatore Viessmann Vitoclima 300-Style, un modello monosplit in grado di raffrescare e riscaldare disponibile in tre potenze (9.000, 12.000 e 18.000 BTU/h) è proprio un apparecchio in classe A+++ sia in raffrescamento che in riscaldamento.
A contribuire agli alti livelli di efficienza energetica di questo climatizzatore concorre anche il motore dotato di inverter, un dispositivo in grado di modulare la potenza assorbita dal compressore a seconda della richiesta del momento in funzione della temperatura da raggiungere ed evitando così i continui on/off delle macchine senza inverter, che sono processi energivori.
Non solo. Il nuovo Vitoclima 300-Style integra anche un doppio sensore di movimento per rilevare la presenza di persone nel locale e modula il funzionamento del motore anche in base a questo importante parametro, evitando per esempio di far viaggiare il climatizzatore alla massima potenza se non è presente nessuno. Questa caratteristica “smart” si aggiunge ai sensori che rilevano il tasso di umidità e la salubrità dell’aria, per adeguare il modo automatico il funzionamento del climatizzatore e garantire costantemente il giusto comfort in parallelo alla massima efficienza.

Cosa sono gli indici di rendimento SEER e SCOP

Abbiamo parlato di efficienza nelle modalità raffrescamento e riscaldamento e vale la pena spendere qualche parola su questi concetti. La classe energetica di un condizionatore, infatti, dipende da due particolari parametri, indicati con le sigle SEER e SCOP per le tipologie split e riportate anch’esse in etichetta insieme alla classe; più alti sono i valori di tali indici, più è alto il rendimento e quindi anche l’efficienza.

In particolare:

  • SEER (Seasonal Energy Efficency Ratio) è l’indice di rendimento nominale stagionale della macchina in funzione raffreddamento e indica l'efficienza elettrica del climatizzatore. Per esempio, un indice pari a 4 significa che, per ogni kWh elettrico speso, la macchina ne fornisce 4 sotto forma di energia frigorifera;
  • SCOP (Seasonal Coefficent Of Performance) è l’indice di rendimento nominale stagionale in modalità riscaldamento (in normale ciclo pompa di calore) e indica il rapporto fra l'energia termica fornita all'ambiente e l'energia elettrica fornita in ingresso. Anche in questo caso, una pompa di calore con indice 3,5 fornisce 3,5 kWh termici a fronte di 1 kWh elettrico per alimentarla.

La classe A+++ è caratterizzata da un valore SEER pari ad almeno 8.50 mentre con una classe A++ tale valore è compreso tra 6,10 e 8,50.
Analogamente, il valore SCOP per un condizionatore in classe A+++ è superiore a 5.10, mentre con classe A++ è compreso tra 4.60 e 5.10.
Gli indici SEER e SCOP hanno sostituito i precedenti EER e COP introducendo il concetto di efficienza stagionale, calcolata sul reale consumo energetico in considerazione delle variazioni di temperatura durante l’anno e fornendo, quindi, dei valori più attendibili considerando un’intera stagione di raffrescamento e riscaldamento.

Vuoi raffrescare casa con qualità ed efficienza?
Scarica la nostra guida gratuita!

Scarica guida clima PDF

 

Lascia un commento

E' stato interessante?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nuovi articoli