12 giugno 2020  |  a cura di Nicola Tognon  |  condividi con

Ionizzazione a plasma freddo: la sanificazione dell’aria che batte virus e batteri

12 giugno 2020
Climatizzatori e Condizionatori, Sanificazione e ricambio d'aria

Sfruttando un principio chimico presente in natura, i sanificatori con ionizzazione a plasma freddo, come il Bioxigen® Living di Viessmann, sono molto efficaci contro gli agenti patogeni. Scopri come funzionano.

Purificare e sanificare l’aria indoor come si puliscono e si disinfettano le superfici e gli oggetti con i quali veniamo in contatto. È possibile? La risposta è sì.

Esistono differenti tecnologie in grado di trattare l’aria che respiriamo negli spazi chiusi, eliminando, in varia misura, composti organici volatili, polveri sottili, pollini, agenti biologici patogeni.

Chiariamoci subito: non sostituiscono il ricambio d’aria degli ambienti, che è sempre raccomandato e, anzi, indispensabile per diluire la concentrazione di inquinanti, umidità e CO2 (e quando non è sufficiente quello naturale bisogna installare sistemi meccanici), ma rappresentano un ottimo aiuto per tutelare la nostra salute attuando un’azione di prevenzione sull’inquinamento ambientale.
E proprio dal nostro recente passato legato al Coronavirus abbiamo imparato quanto la prevenzione sia importante per limitare il propagarsi di patologie!

Diminuendo il rischio di contagio causato dalla presenza di virus e batteri, queste tecnologie si apprestano a diventare una presenza fondamentale nelle case, negli uffici, nei negozi, negli hotel e in qualsiasi altro luogo chiuso che ospita pubblico.

Come funziona il plasma freddo per la sanificazione dell’aria

La prima azione che si può compiere per ripulire l’aria da presenze indesiderate è la filtrazione: più il filtro è a “grana fine” più sarà efficace, ma l’effetto sarà sempre quello di trattenere le particelle e le molecole, non di ucciderle.

Per agire in modo più radicale arrivano in soccorso altre tecniche come la ionizzazione dell’aria, chiamata anche tecnica a “plasma freddo”.
Il principio di ionizzazione a plasma freddo è molto simile a quello dei fulmini che si ritrova in natura, non vengono utilizzati disinfettanti e non si iniettano altre sostanze nell’aria: un campo elettrico oscillante determina l’aumento dell’energia cinetica delle molecole dell’aria, che entrano in collisione ad alta velocità liberando ioni (atomi o molecole che hanno perso o acquisito elettroni). Dopo questa trasformazione chimica “a freddo” l’aria diviene plasma, ossia un gas parzialmente ionizzato composto da una grande varietà di particelle.
Le molecole di ossigeno ionizzate sono in grado di disaggregare molti inquinanti e di danneggiare le membrane cellulari di virus e batteri, annientandoli.

ionizzatore_bioxigen_living

L’efficacia della ionizzazione contro gli agenti microbici, in particolare, è altissima: test effettuati da enti indipendenti, tra i quali l’Università di Padova e l’Università di Udine, hanno verificato che l’abbattimento della carica microbica su diversi ceppi batterici Gram positivi (come stafilococco aureo e pneumococco) e Gram negativi (come l’Escherichia Coli o la Legionella) arriva al 95% nel giro di poche ore e può superare il 99% nell’arco di una giornata. Inoltre, la ionizzazione ha proprietà agglomeranti sulle polveri sottili, rendendole meno dannose per i nostri polmoni.

Oggi è possibile sfruttare l’azione di sanificazione della ionizzazione a plasma freddo anche utilizzando dispositivi portatili, posizionabili sopra una mensola o un tavolino.
Sono i sanificatori d’aria, dei veri e propri accessori d’arredo che però svolgono una funzione importantissima, rendendo le nostre case più “smart” anche dal punto di vista della protezione sanitaria. Il Bioxigen® Living di Viessmann è uno di questi dispositivi: si tratta di uno ionizzatore d’ambiente di design, utilizzabile in singole stanze di casa, dalla camera da letto alla cucina, ma anche in uffici, locali commerciali o studi medici, grazie a un volume d’aria trattato che va da 20 a 80 m3.

viessmann_sanificazione_ionizzatore_bioxygen

Esteriormente si presenta come una sfera bianca o nera di soli 23 cm di diametro posta su un piccolo piedistallo da appoggio, ma al suo interno è celata tutta la tecnologia che consente di sanificare, compreso un sensore che permette di modulare la funzione di ionizzazione in base al livello di inquinamento rilevato. Può funzionare in modalità automatica o manuale ed è dotato di comandi frontali e di telecomando.

Componenti volatili nocivi (VOC), muffe, spore, funghi, pollini e microbi vengono inattivati e anche i cattivi odori si neutralizzano, essendo aggrediti dalle molecole di ossigeno attivo che disgregano le sostanze odorigene in composti più semplici. Bioxigen® Living è ideale da affiancare a un climatizzatore o a un sistema di VMC che non preveda al suo interno un sistema di sanificazione dell’aria.

Nel catalogo Viessmann, esistono climatizzatori che già includono la tecnologia di ionizzazione a plasma freddo: sono Vitoclima 232-S, versione monosplit, e i multisplit serie Vitoclima 300-S che abbattono oltre il 90% della carica batterica presente in ambiente in due ore. Da pochi mesi è stato introdotto anche il nuovissimo Vitoclima 300-Style in classe A+++ che, oltre a essere il più silenzioso della categoria, è in grado di depurare l'aria da dagli agenti inquinanti, migliorandole la qualità. La percentuale di abbattimento della carica batterica in due ore arriva al 99%.

Scarica guida clima PDF

 

Lascia un commento

Post correlati

E' stato interessante?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nuovi articoli