clima-costi-installazione

Il climatizzatore è diventato oramai un elettrodomestico presente in tutte le case italiane. Tuttavia ci sono importanti differenze tra un modello e l'altro, tra una marca e l'altra; differenze che rendono la tecnologia più o meno efficiente. Avere un impianto di climatizzazione ben progettato in base alla tipologia di casa e ad alta efficienza ti fa risparmiare in modo sensibile sui consumi, generando un reale risparmio sulla bolletta. A quale prezzo? Quanto costa un climatizzatore efficiente? 

Climatizzatore: quanto mi costi?

In tutti i casi è importante sapere da cosa dipende il costo climatizzatore, quali aspetti è bene controllare sulla scheda tecnica e quali accorgimenti adottare per rendere l'investimento davvero vantaggioso per la tua famiglia.

Sul mercato oggi trovi climatizzatori con tecnologia inverter, che si caratterizzano per il fatto di lavorare a potenze minime una volta raggiunta la temperatura ambiente desiderata (in relazione alla temperatura esterna). Questa tecnologia ha il vantaggio di limitare il numero di accensioni e di spegnimenti dell'apparecchio così da ridurre il costo in bolletta.

Accanto a quanto appena descritto, ci sono alcuni aspetti fondamentali che incidono sul costo finale di un climatizzatore:

  • Potenza: per individuare il climatizzatore giusto per te devi tenere conto delle dimensioni degli spazi da raffrescare. La potenza di un condizionatore inverter è direttamente proporzionale all’ambiente da raffrescare, cioè più grande è la stanza, maggiore sarà il valore (in Btu/h o Watt) necessario. In questo articolo spieghiamo come scegliere un condizionatore in base ai metri quadri e quali altri fattori prendere in considerazione. 

  • Numero e tipologia di unità interne: anche il numero di split o unità interne dipende da quante stanze vuoi raffrescare con un'unica macchina. Sul mercato sono disponibili diversi tipi di unità interna, come il modello multisplit Vitoclima 300-S di Viessmann, che puoi installare a pavimento, a soffitto, a parete o in un controsoffitto, in base alle tue esigenze. Ecco come scoprire quella più adatta a te. 

  • Classe energetica: il climatizzatore è a tutti gli effetti un elettrodomestico, quindi è contraddistinto da una classe energetica che va da A+++ (apparecchi con i consumi più bassi di energia) a G (consumi molto elevati). Conoscere questo valore e scegliere con consapevolezza cosa acquistare ti permette di definire il risparmio futuro in bolletta: più il climatizzatore è efficiente, meno saranno le spese legate ai consumi. Ecco perché, in fase di acquisto, è bene valutare pro e contro della tua scelta. A volte per risparmiare qualcosa all'inizio rischi di dover pagare bollette salate per i mesi e gli anni a venire.

  • Funzioni aggiuntive: i climatizzatori non servono solo per raffrescare, ma possono anche essere utilizzati come deumidificatori, purificatori dell'aria e, nel caso di climatizzatori a pompa di calore, anche per riscaldare le stanze di casa. Queste e altre funzionalità aggiuntive fanno del climatizzatore un dispositivo conveniente e davvero efficiente non solo in estate, ma anche durante le stagioni "intermedie" come la primavera e l'autunno.

Per l'installazione dell'apparecchio meglio evitare il fai da te e affidarsi a esperti qualificati. I tecnici installatori sono in grado di eseguire anche tutte le operazioni di manutenzione come la sanificazione, un intervento da eseguire prima dell'accensione e ad ogni inizio stagione.  Se hai scelto un modello a pompa di calore perché vuoi usare il climatizzatore anche per riscaldare in inverno, dovrai ripetere questa operazione a fine stagione, verso settembre/ottobre.

Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla manutenzione climatizzatore.

Approfitta delle agevolazioni fiscali per abbassare il costo del climatizzatore

Per il 2019 puoi approfittare di una serie di agevolazioni fiscali che ti permettono risparmiare sui costi di acquisto del climatizzatore per la tua casa o il tuo ufficio. Tra le opportunità a tua disposizione ci sono:

  • Agevolazioni fiscali del 50% per ristrutturazioni edilizie
  • Bonus mobili con detrazione IRPEF del 50%
  • Detrazioni fiscali del 65% per risparmio energetico
  • Conto Termico 2.0

Soffermandoci sul Conto Termico, se installi un climatizzatore in sostituzione dell'impianto di riscaldamento esistente puoi approfittare di importanti incentivi e vederti rimborsato parte di quanto speso direttamente sul conto corrente. La somma varia in base ad alcuni fattori, tra cui la zona climatica e le prestazioni dell'apparecchio. Prova il nostro configuratore online e scopri quanto puoi risparmiare con i climatizzatori Viessmann.

Il climatizzatore è una tecnologia essenziale per ogni abitazione e luogo di lavoro. Poiché dovrà lavorare a lungo per darti il benessere che cerchi, è opportuno investire in un modello che ti assicuri comfort senza ripercussioni in bolletta. 

Il segreto sta tutto nello scegliere un impianto di climatizzazione efficiente, che possa farti risparmiare sulle spese energetiche assicurandoti allo stesso tempo ambienti freschi e confortevoli. Il climatizzatore ideale è quello dimensionato correttamente sulle tue necessità e sulle caratteristiche dell'edificio in cui vivi. L'esposizione della casa, la presenza di fonti di calore nella stanza (ad esempio altri elettrodomestici che rimangono accesi per molte ore al giorno), il numero di finestre e la differenza tra temperatura interna ed esterna sono altri elementi da non sottovalutare, quando si scegliere il climatizzatore per la propria abitazione.

Scarica la Guida gratuita qui sotto e scopri i prodotti migliori per raffrescare casa con qualità ed efficienza.

New Call-to-action

Scritto da: Sergio Cucchiara

Sergio Cucchiara

Esperto in caldaie e impianti solari termici, è tecnico e formatore dell'Accademia Viessmann Italia rivolta a tutte le figure professionali del settore termotecnico, con corsi specifici sulle tecnologie di caldaie murali e a basamento, pompe di calore e criteri di installazione degli impianti solari termici per un ottimale utilizzo dell’energia solare.

Potrebbe interessarti anche

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Leggi l'articolo

Come Regolare al Meglio il Proprio Impianto a Pavimento

Leggi l'articolo
Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Leggi l'articolo

Sostituzione caldaia: le 6 verità nascoste, da chi?

Leggi l'articolo