Unità interna condizionatore: tipologie e differenze

[fa icon="calendar"] 04 settembre 2018 - 10:00 / da Alessandro Trevisan

Alessandro Trevisan

Unità interna condizionatore: tipologie e differenzeLa scelta dell’impianto di climatizzazione migliore passa anche dall’individuazione del numero e della tipologia delle unità interne più adatte alla tua abitazione. In commercio esistono diverse soluzioni da installare in casa: a parete, canalizzate da incasso, a soffitto o a pavimento. Vediamo in cosa si differenziano e come scegliere quella che risponde meglio alle tue esigenze.

Da cosa è composto un condizionatore?

Prima di acquistare un sistema di raffrescamento domestico è importante conoscere i suoi componenti tecnici.

Un condizionatore si compone principalmente di due parti:

  • Unità esterna, che va collocata fuori dall’abitazione e contiene il "motore" del circuito frigorifero: il compressore. L'unità esterna è composta da scambiatore e ventilatore che hanno il compito di smaltire il calore prelevato dagli ambienti domestici. Se abiti in condominio dovrai porre particolare attenzione alla scelta della posizione in cui installarla, per non recare disturbo agli altri condomini e non alterare l’estetica dell’edificio.
  • Una o più unità interne, a seconda delle zone che vuoi rinfrescare, collegate all'unità esterna mediante due tubazioni in rame con isolamento termico. Nell'unità interna ci sono uno scambiatore e un ventilatore che hanno il compito di raffrescare l'aria degli ambienti raffrescati. Puoi installare l’unità interna a pavimento, a soffitto, a parete o in un controsoffitto, in base alle tue esigenze.

Con una sola unità esterna puoi alimentare più unità interne, anche diverse. Con un'unica unità interna si parla di monosplit; con più unità interne invece multisplit. Nel caso del condizionatore multisplit Vitoclima 300-S di Viessmann in classe A++ puoi arrivare fino a 4 elementi, cioè disporre nelle varie zone della casa 4 diverse unità interne per raffrescare gli ambienti. E puoi scegliere liberamente la tipologia di prodotto che meglio si sposa con l’arredamento o la conformazione della stanza, con un occhio anche al design.

Esempio

Puoi scegliere di installare un'unità interna a parete elegante e moderna in soggiorno per climatizzare la zona giorno, mentre nel reparto notte puoi optare per una soluzione invisibile come le unità interne canalizzate, da posizionare nel controsoffitto. In questo modo crei un impianto personalizzato, che ti assicura la giusta temperatura in tutte le stanze, senza compromettere l’estetica della casa.

Tipologie unità interna condizionatore

Abbiamo deciso di analizzare nel dettaglio le caratteristiche dei singoli prodotti, per aiutarti a scegliere quello che meglio si adatta alle tue esigenze abitative.

tipologie condizionatori viessmann

1) Unità interna a parete

La soluzione a parete è la più conosciuta e diffusa. È pensata per rispondere alle principali esigenze funzionali e di comfort e la sua installazione è facile e veloce. Lo split può adattarsi a tutti gli stili.

Puoi far posizionare un condizionatore a parete in qualsiasi stanza, purché vengano rispettate le indicazioni del costruttore, soprattutto le distanze minime da pareti, soffitto e pavimento. In questo modo ti verrà garantito un funzionamento ottimale e l’aria potrà essere distribuita nel migliore dei modi grazie al flusso 3D – presente nei modelli più evoluti - che ti assicura il massimo comfort, sia in estate che in inverno.

I condizionatori a pompa di calore, infatti, possono essere usati anche durante la stagione invernale come sistema di riscaldamento alternativo. Scopri di più in questo articolo.

I condizionatori split della gamma Viessmann sono caratterizzati da:

  • Tecnologia Plasma Freddo per purificare e mantenere salubri le zone servite
  • Sensore “I feel” per l’adeguamento automatico della temperatura in base alla posizione del telecomando
  • Wi-Fi control integrato per gestione a distanza tramite app dedicata da smartphone e tablet

2) Unità interna a cassetta a 4 vie

Per una distribuzione ottimale dell'aria in stanze di grandi dimensioni, come open space o uffici, e per una soluzione compatta da applicare a vista sul soffitto o nascondere in un controsoffitto, devi orientarti sulle unità a cassetta a 4 vie.

Questi prodotti sono molto discreti, dal punto di vista dell’estetica. Una volta installata a soffitto, l’unità a cassetta lascia visibile solamente il pannello frontale e le dimensioni compatte permettono l’installazione delle cassette nel classico modulo del controsoffitto (600 x 600 mm).

Allo stesso tempo questo tipo di unità assicurano una distribuzione bilanciata e confortevole dell’aria e una bassa rumorosità, grazie ai ventilatori dimensionati per assicurarti un funzionamento silenzioso.

Come per le unità interne a parete, anche nelle unità interne a soffitto il controllo della temperatura e delle funzionalità avviene da remoto, tramite telecomando a infrarossi. 

3) Unità interna canalizzata

La soluzione canalizzata è preferita quando si vuole realizzare una climatizzazione "invisibile". Perfetta per le nuove abitazioni, spesso impiegata in strutture ricettive o commerciali (hotel, B&B, ecc.).

In modo particolare questo prodotto ha il vantaggio di beneficiare di una grande compattezza (soli 200 mm), consentendo un'installazione in spazi molto contenuti e minimizzando l'impatto del controsoffitto.

Il controllo avviene tramite telecomando a filo da installarsi a parete. il che consentono di minimizzare gli spazi da dedicare al controsoffitto.

4) Unità interna a soffitto e pavimento

Si tratta di una soluzione estremamente versatile, in quanto consente il montaggio dell’unità interna al soffitto o a filo pavimento. Quest'ultima modalità di installazione permette di avere aria fresca ad altezza uomo, andando a sfruttare spazi inutilizzati come le zone sotto le finestre.

L’estetica è la stessa dei tradizionali ventilconvettori o fancoil, ma con la stessa tipologia di collegamento e principio di funzionamento delle altre unità interne del sistema multisplit. Il controllo della temperatura viene realizzato con telecomando a infrarossi.

Le dimensioni ridotte e compatte la rendono una soluzione alternativa alla classica unità interna a parete ed è possibile beneficiare di un ambiente climatizzato sfruttando la posizione ottimale a soffitto o a pavimento in base alle geometrie dell'abitazione e allo spazio disponibile.

Anche nel caso di unità interne a pavimento è possibile scegliere l’apparecchio con la potenza più adatta alle proprie necessità.

Nella gamma Viessmann trovi modelli che vanno dai 7.000 ai 18.000 Btu/h.

Adesso che hai più chiara la differenza tra le unità interne, sei pronto a scegliere il tuo climatizzatore. 

Per scegliere correttamente la potenza dell'unità esterna e delle singole unità interne si devono considerare: la dimensione dei locali da raffrescare, il grado di isolamento dell'edificio e il numero di persone che normalmente soggiornano in quell'ambiente. 

Scarica la guida completa sui condizionatori per trovare quello più adatto alle esigenze della tua casa e della tua famiglia.

Scarica Guida Clima PDF.

Categorie: Condizionatori e Climatizzatori

Alessandro Trevisan

Scritto da Alessandro Trevisan

Formatore per l’Accademia Viessmann, esperto in efficienza energetica, pompe di calore e termoregolazioni. Perito tecnico industriale in elettronica e telecomunicazioni, dal 2008 lavora nel settore delle energie rinnovabili, dove si è occupato di progettazione e assistenza tecnica, spinto da curiosità e passione per l’innovazione tecnologica.