Manutenzione climatizzatore: come valutare l'efficienza dell'impianto?

Per affrontare al meglio l'estate devi poter contare su un impianto di climatizzazione capace di assicurarti una temperatura confortevole sia di giorno che di notte, nelle varie stanze della casa. Attenzione, però, a quello che utilizzi: sistemi di raffrescamento obsoleti e poco efficienti possono risultare una spesa e rivelarsi pericolosi per la salute delle persone e dell'ambiente. Ecco perché devi puntare su una corretta manutenzione del climatizzatore o, in alternativa, sull'installazione di un prodotto di ultima generazione ad alta efficienza.

Come e quando fare la manutenzione climatizzatore

Prima di accendere il condizionatore è bene controllare che tutto funzioni correttamente ed eseguire alcune operazioni basilari, come la sanificazione. Puoi eseguirla in autonomia o affidarti a un tecnico qualificato che, oltre al semplice lavaggio dei filtri si occuperà della pulizia di tutto l'impianto.

Questo intervento va ripetuto anche a fine stagione, verso settembre/ottobre, soprattutto se hai un climatizzatore in pompa di calore che usi, oltre che per raffrescare gli ambienti in estate, anche per riscaldarli in inverno.

E per quanto riguarda il gas refrigerante? E' importante controllare periodicamente lo stato di carica del refrigerante per garantire efficienza e risparmio energetico al tuo climatizzatore. 

In merito a questa tematica è importante fare anche un'altra nota! Se hai installato in casa un condizionatore con gas refrigerante R22, sappi che questa soluzione non più a norma, quindi in caso di malfunzionamento non potrai più riparare il prodotto. Se stai pensando a una sostituzione, ti consiglio di scegliere un climatizzatore che utilizza gas R32, così da garantirti elevate performance con un impatto ambientale ridotto.

Leggi la nostra Guida definitiva alla scelta del condizionatore.

Sei sicuro che il tuo condizionatore sia davvero efficiente?

Per assicurarti un impianto di climatizzazione performante devi guardare anche all'efficienza.

Le bollette particolarmente salate potrebbero essere un campanello di allarme, così come il grado di benessere che riesci a raggiungere. Se la temperatura percepita non è ottimale, nonostante l'apparecchio resti acceso per molte ore, forse il condizionatore non sta lavorando come dovrebbe.

Spesso l'intervento di un tecnico può rivelarsi risolutivo. Ecco perché ti consigliamo di affidarti a un professionista per le operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria.

In altri casi, però, andare a sostituire dei pezzi o riparare alcuni componenti che funzionano male non è sufficiente. E l'unica alternativa è cambiare completamente il condizionatore, sia l'unità esterna sia l'unità interna.

Se vuoi essere sicuro di fare la scelta giusta, quando si tratta di acquistare un nuovo condizionatore, ecco cosa devi cercare:

  • Classe di efficienza energetica A+++ o A++ con SEER e SCOP elevati, che assicurano un bel risparmio in bolletta. I migliori condizionatori raggiungono valori SEER fino a 8.5 e SCOP fino a 5.4
  • Gas refrigeranti sicuri, come l’R32 che garantisce un’importante riduzione di CO2, a tutto vantaggio dell’ambiente
  • Tecnologia inverter per mantenere la temperatura costante senza continui avvii e spegnimenti, diminuendo così gli sprechi energetici e massimizzando la sensazione di benessere e il risparmio. Ecco come funziona un condizionatore inverter
  • Gestione a distanza tramite connessione Wi-Fi, per programmare fasce orarie e impostare la temperatura desiderata anche quando sei fuori casa

Per poter contare sul giusto comfort termico in casa e, allo stesso tempo, risparmiare sulle spese energetiche, la compresenza di tutti questi fattori è fondamentale. Se ci aggiungi anche la bassa rumorosità, indispensabile se vuoi installare il condizionatore in appartamento, e le funzionalità aggiuntive come la deumidificazione, il gioco è fatto. Puoi finalmente goderti ambienti freschi e confortevoli, dove respirare aria sana, senza il pensiero delle bollette.

Vuoi sapere qual è l'impianto di raffrescamento più adatto a te? Prova il nostro configuratore online e trova subito la risposta.

INIZIA QUI >

Scritto da: Massimiliano Ferrarese

Massimiliano Ferrarese

Responsabile Servizio Assistenza Tecnica Viessmann Italia. Si occupa di aggiornare, formare e seguire il servizio di assistenza a livello nazionale per migliorarne le competenza e affinarne le qualità grazie alla profonda conoscenza dei prodotti Viessmann.

Potrebbe interessarti anche

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Leggi l'articolo

Come Regolare al Meglio il Proprio Impianto a Pavimento

Leggi l'articolo
Pompa di Calore Aria Acqua: Cose che Nessuno ti Dirà Mai

Pompa di Calore Aria Acqua: Cose che Nessuno ti Dirà Mai

Leggi l'articolo

Sostituzione caldaia: le 6 verità nascoste, da chi?

Leggi l'articolo