Benessere in ufficio… per chi è già rientrato dalle vacanze!

Pressione bassa, mal di testa, stanchezza, ma anche ridotta capacità di attenzione e performance cognitive non ottimali. Gli effetti del surriscaldamento globale non si misurano solo sull'ambiente, ma anche sul fisico e sulla salute. A testimoniarlo è uno studio condotto dalla Scuola di Salute Pubblica T.H. Chan dell'Università di Harvard su un gruppo di giovani dai 20 ai 24 anni che viveva in edifici privi di aria condizionata e sistemi di raffrescamento. 

I ragazzi oggetto dello studio, tutti in perfetta salute, sono stati sottoposti ad alcuni semplici test mnemonici e logici, dopo alcuni giorni in cui si era registrata una forte ondata di calore. Il risultato? Chi alloggiava in dormitori senza aria condizionata e poche finestre alle pareti aveva tempi di reazione più lunghi e punteggi inferiori, rispetto ai coetanei che vivevano in edifici moderni, dotati di sistema di climatizzazione centralizzato.

L'esito della ricerca è stato pubblicato sulla rivista PLOS Medicine e dimostra come il calore eccessivo e prolungato nei luoghi chiusi possa avere effetti negativi sul cervello e sul suo funzionamento.

La climatizzazione degli ambienti è, quindi, fondamentale, non solo per garantire il comfort immediato di chi si trova a soggiornare (per piacere o per lavoro) in quegli spazi. I benefici di un ambiente fresco e accogliente si misurano sul lungo periodo: ecco perché è importante non trascurare l'aspetto della climatizzazione degli edifici.

È il momento di installare (o sostituire) il climatizzatore

Tornando alla ricerca dell'Università di Harvard, i cali di rendimento a livello cognitivo erano imputabili a fattori fisiologici (la scarsa idratazione o il sonno disturbato a causa dell'afa) ma anche ambientali. Per poter respirare un po' gli studenti erano infatti costretti a tenere aperte le finestre, ma assieme all'aria entrava anche il rumore, e questo alterava la loro concentrazione.

La situazione descritta dal caso studio è abbastanza simile a quella che troviamo in molti uffici della nostra Penisola, situati in edifici obsoleti, privi di sistemi di climatizzazione o dotati di impianti di riscaldamento poco efficienti e molto costosi, dal punto di vista energetico. 

Sei sicuro che il tuo condizionatore sia efficiente? Leggi questo articolo per scoprirlo.

La qualità dell'aria indoor è un aspetto molto importante, ne abbiamo parlato anche qui a proposito di ventilazione meccanica controllata. Chi trascorre molte ore in un luogo chiuso, ad esempio un ufficio, deve poter respirare aria pulita e salubre, oltre che fresca, per lavorare bene.

Ecco perché è il caso di intervenire quanto prima. Come? Una possibilità è quella di installare un sistema di raffrescamento efficiente o sostituire, nel caso tu ce l'abbia già, il vecchio generatore con uno più performante. 

I prezzi dei climatizzatori non sono più così elevati, e grazie alle detrazioni fiscali e agli incentivi puoi usufruire di importanti agevolazioni economiche per abbassare il tuo investimento. In questo articolo abbiamo analizzato tutte le voci che incidono sul costo di un condizionatore, dall'installazione alla bolletta.

A proposito di risparmio: lo sai che puoi collegare il condizionatore (o la pompa di calore reversibile) all'impianto fotovoltaico, sfruttando così l'elettricità autoprodotta per generare aria fresca gratuitamente e allo stesso tempo fare del bene all'ambiente? Per saperne di più leggi qui.

Se hai in programma un intervento di ristrutturazione più invasivo a livello impiantistico, puoi sempre valutare la possibilità di installare il raffrescamento a pavimento. I pannelli radianti possono essere posati anche sopra il pavimento esistente e ti assicurano una temperatura sempre uniforme. Ecco come funziona.

Aria fresca? Sì, e anche sostenibile!

Se da una parte è vero che un ambiente climatizzato è molto più produttivo e confortevole, dall'altra c'è chi si chiede se tutti questi elettrodomestici non faranno più male che bene, all'ambiente. Va precisato che i migliori condizionatori utilizzano gas sicuri ed ecologici, con emissioni di COridotte e prestazioni elevate. 

Viessmann è sempre proiettata al futuro e si è già allineata alle normative esistenti, adottando per i suoi modelli il gas refrigerante R32, il più sicuro attualmente presente sul mercato. Prendiamo ad esempio il condizionatore inverter Vitoclima 232-S: questo apparecchio, in classe energetica A+++, garantisce massime prestazioni e ridotti consumi energetici, assicurandoti la temperatura ideale nel pieno rispetto dell'ambiente.

Vuoi maggiori informazioni sulle tecnologie più moderne ed efficienti, in termini di climatizzazione? Scarica la Guida alla scelta del miglior Climatizzatore che trovi qui sotto.

New Call-to-action

Scritto da: Stefania Brentaroli

Stefania Brentaroli

Esperta nel settore termoidraulico di tutte le tecnologie innovative per il risparmio energetico.

Potrebbe interessarti anche

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Leggi l'articolo

Come Regolare al Meglio il Proprio Impianto a Pavimento

Leggi l'articolo
Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Leggi l'articolo

Sostituzione caldaia: le 6 verità nascoste, da chi?

Leggi l'articolo