Nel 2018 conviene ancora installare un impianto fotovoltaico?

[fa icon="calendar"] 31 luglio 2018 - 10:16 / da Francesco Zaramella

Francesco Zaramella

Nel 2018 conviene ancora installare un impianto fotovoltaico?

Il 21 dicembre 2017 è stato pubblicato il Rapporto Statistico 2016 del GSE che ha riportato come in Italia, nel 2016, erano attivi 732.053 impianti fotovoltaici, equivalenti a 19.283 MW di potenza installata, il che ha permesso di raggiungere e superare obiettivi europei posti per il 2020. Questo dato serve a testimoniare l'interesse crescente verso la tecnologia da parte delle famiglie italiane, che sempre più spesso scelgono l'energia solare come fonte gratuita da sfruttare nelle loro abitazione. A rafforzare ulteriormente la convenienza del prodotto emergeva anche che, rispetto alll'anno precedente, la tendenza era in netta crescita con un +384 MW di potenza installata. In altre parole, quindi, abbiamo l'energia solare come fonte rinnovabile più scelta dagli italiani.

Ma nel 2018 parliamo ancora convenienza? Cerchiamo di dare insieme una risposta.

Punta sull’autoconsumo per un risparmio garantito

Il vantaggio principale del fotovoltaico è legato alla possibilità di consumare energia elettrica autoprodotta, senza bisogno di doverne acquistare dalla Rete. Far coincidere il luogo di produzione (il tetto della casa) con il luogo di consumo (elettrodomestici e prodotti presenti in casa) è fondamentale, per garantirti un risparmio sui consumi (fino anche al 50-60% di autoconsumo).

Aumentare la quota di autoconsumo vuol dire liberarsi dal Gestore e dai continui aumenti del prezzo dell’elettricità, potendo contare su un impianto in grado di produrre energia in maniera pulita e gratuita.

Ovviamente il punto di partenza per raggiungere questi risultati è di disporre dei pannelli giusti per il tuo tetto e di un impianto fotovoltaico correttamente dimensionato sulla base delle tue esigenze energetiche.

In questo caso la consulenza di un tecnico qualificato può rivelarsi una risorsa davvero preziosa, per individuare la soluzione più adatta a te: clicca qui!

Indipendenza energetica quasi al 100% con l’accumulo fotovoltaico

La crescente elettrificazione dei consumi è un dato di fatto. L’Unione Europea ha stabilito che, per ridurre le emissioni di gas serra, entro il 2050 l’elettricità dovrà coprire almeno il 60% dei consumi energetici finali (il 63% per quanto riguarda gli edifici residenziali).

Questo porta necessariamente a un aumento del fabbisogno energetico e, per chi non ha ancora installato il fotovoltaico, si traduce in un considerevole aumento delle spese per la corrente.

Come centrare l’obiettivo e, allo stesso tempo, ridurre i costi?

La risposta sta nelle energie rinnovabili, prima fra tutte il fotovoltaico.

Installare i pannelli sul tetto, però, non basta. I moduli producono energia solamente durante le ore di insolazione, ma per la maggior parte delle famiglie italiane i picchi di consumo si hanno al mattino presto e alla sera, quando tutti i membri si riuniscono in casa e il sole non è ancora sorto o è già tramontato.

La soluzione? Optare per un sistema di accumulo con batterie da abbinare al fotovoltaico. In questo modo puoi immagazzinare l’energia prodotta ma non immediatamente utilizzata, per avere sempre a disposizione una scorta di elettricità.

Ecco perché un impianto fotovoltaico con accumulo elettrico è una scelta davvero vantaggiosa:

  • Sfrutti al 100% il rendimento dei pannelli fotovoltaici. Le batterie di accumulo sono uno dei segreti per una resa pannelli fotovoltaici sempre elevata
  • Spendi la metà, grazie alle detrazioni. Anche l’acquisto delle batterie ti permette di usufruire della detrazione fiscale 50%: ciò significa dimezzare i costi iniziali e ridurre i tempi di ammortamento. Continua a leggere questo articolo per scoprire come usufruire degli incentivi fotovoltaico.
  • Risparmi fino al 90% sulla bolletta, perché non sei più costretto ad acquistare energia dalla Rete. Sei tu a produrre tutta l’energia che ti serve e a usarla quando realmente ne hai bisogno.

E c’è di più! L’accumulo per impianti fotovoltaici è decisamente più conveniente dello scambio sul posto.Vuoi le prove? Leggi qui

Fotovoltaico + pompa di calore = grosso taglio alle spese del riscaldamento

 Lo sapevi che con il fotovoltaico puoi risparmiare anche sulla bolletta del gas?

Ti basta collegare l’impianto a una pompa di calore, come Vitocal 200-S di Viessmann, così da utilizzare l’energia elettrica autoprodotta per far funzionare anche il generatore dell'impianto di riscaldamento.

La pompa di calore sfrutta il calore presente nell’ambiente (aria, acqua o terreno) per produrre energia termica in maniera pulita ed economica. Trattandosi di un elettrodomestico, per attivarsi ha bisogno di energia elettrica. E se quell’energia gli viene fornita direttamente dai pannelli, per te il costo di gestione si abbassa ulteriormente.

Addirittura, se scegli una pompa di calore reversibile, capace cioè non solo di riscaldare e produrre acqua calda sanitaria, ma anche di provvedere al raffrescamento di casa, hai tutto quello che ti serve in un unico generatore.

Ciò significa:

Detrazioni fiscali per abbassare i costi

Tecnologie sempre più all’avanguardia e una richiesta in costante crescita hanno notevolmente abbassato i costi per l’acquisto di un impianto fotovoltaico. Si stima che installare oggi i pannelli sul tetto di casa costi circa il 70% in meno, rispetto a 5 anni fa.

La convenienza, però, non si ferma qui.

Se decidi di installare un impianto fotovoltaico e/o un sistema di batterie per l’accumulo entro il 31 dicembre 2018 puoi usufruire della detrazione fiscale del 50% per le ristrutturazioni edilizie. In questo modo recuperi metà della somma spesa per l’acquisto e la posa dell’impianto e rientri più velocemente dall’investimento. Il rimborso avviene tramite IRPEF, in 10 rate annuali a partire dall’anno in cui hai effettuato i lavori.

Il risparmio sulla bolletta, invece, comincia subito.

Attenzione: non si sa ancora se gli incentivi verranno rinnovati anche nel 2019 o se saranno modificate le percentuali di rimborso. Non farti scappare l’occasione di dimezzare i costi!

E non dimenticare che sui materiali e sui costi di installazione hai l’IVA agevolata. Ciò significa che paghi solamente il 10% di imposte sull’importo netto, invece del 22%.

Vuoi conoscere gli altri vantaggi legati al fotovoltaico? Scarica subito la Guida all’Autonomia Energetica che trovi qui sotto. Per te è gratuita!

Guida Fotovoltaico con accumulo SCARICA GRATIS

Categorie: Fotovoltaico

Francesco Zaramella

Scritto da Francesco Zaramella

Esperto di fotovoltaico e sistemi per gestione intelligente dell'energia, è responsabile sviluppo prodotto presso Nuove Energie, società del gruppo Viessmann che si occupa dello sviluppo di compentenze in ambito elettrico. Promuove dal 2005 anche corsi di formazione dedicati ai soggetti che si occupano di energie rinnovabili e nuovi sistemi di interfaccia tra mondo elettrico e mondo termico.