Consumo Caldaia a Gas in Condominio, come Ridurlo

[fa icon="calendar"] 14 luglio 2017 - 12:15 / da Sergio Cucchiara

Sergio Cucchiara

Consumo Caldaia a Gas in Condominio, come Ridurlo

L’Istat ha stimato che ogni famiglia italiana spende, in media, 1.635 € ogni anno per soddisfare il fabbisogno energetico della propria abitazione. Ridurre il consumo della caldaia a gas tagliando i costi in bolletta del 30/40% significa risparmiare un bel po’. Ma come farlo? E' semplice, grazie all’installazione di una caldaia a condensazione e senza rinunciare al comfort domestico, anche se vivi in un condominio. Ecco come.

Il prezzo dei combustibili fossili è in continua crescita: le proiezioni parlano di un aumento, per il gas, del +60% nel periodo 2012/2020. Viene stimato, in aggiunta, che nei prossimi anni anche il prezzo del gasolio per il riscaldamento possa arrivare a costare al litro fino all’80% in più rispetto a oggi.

Le bollette, quindi, sono destinate inevitabilmente a salire, quindi meglio correre ai ripari riducendo i consumi.

Questo, però, non vuol dire ridurre il comfort domestico o spegnere i termosifoni e trascorrere la stagione invernale al freddo, ma, al contario, fare una scelta intelligente e ponderata orientandosi sulle nuove tecnologie per il riscaldamento efficiente, anche se si abita in condominio con una tipologia di riscaldamento centralizzato.

Per ridurre il consumo delle caldaie a gas o a gasolio, dal 30 giugno 2017 è entrato in vigore l'obbligo per gli impianti di riscaldamento centralizzato di installare valvole termostatiche su ogni calorifero e dotarsi di un contabilizzatore di calore.

Questo, però, il più delle volte non è sufficiente, diventando necessario intervenire a monte attraverso una sostituzione del generatore principale con uno più efficiente ed ecologico. 

Consumo caldaia a gas: Riqualificazione Energetica Condominio con la Caldaia a Condensazione 

Mettere d’accordo tanti condòmini non è semplice, soprattutto quando si tratta di investire soldi in un intervento di riqualificazione energetica. L’aspetto, però, che può far convincere anche i più scettici è sicuramente quello legato al risparmio. 

Una palazzina di medie dimensioni dove è installata una caldaia tradizionale a gas può arrivare ad utilizzare anche solo il 60% dell’energia prodotta per riscaldare gli appartamenti. In questo caso il 40% del calore può essere disperso all’esterno e con esso se ne va in fumo anche il 40% dei soldi spesi dagli inquilini per il riscaldamento

Con una caldaia a condensazione puoi trasformare questo “fumo” in nuova energia termica.

Prendiamo, ad esempio, la caldaia a condensazione a gas Vitocrossal 100 di Viessmann. Con una potenza da 80 a 320 kW e soli 0,8 m2 di ingombro, assicura elevate prestazioni e un rendimento davvero efficiente. Inoltre, le ruote integrate nel telaio consentono di posizionarla anche in centrali termiche poco accessibili e la rendono adatta per qualsiasi intervento di riqualificazione energetica condominiale. 

 

Consumo Caldaia a Gas -60%: l'Esempio del Condominio Foscolo 

Vediamo insieme la riqualificazione del condominio di via Foscolo, ad Alessandria. 

La vecchia caldaia a gasolio da 130 kW presente nella struttura non era più in grado di sopperire alle richieste energetiche delle 8 unità abitative. L’assemblea condominiale ha, quindi, deciso di sostituire il generatore con una nuova caldaia a condensazione Vitocrossal 200 di Viessmann. Per farlo si è affidata a un Partner per l'Efficienza Energetica Viessmann che ha valutato la soluzione più adatta per soddisfare il fabbisogno energetico di tutti gli inquilini.

La scelta è ricaduta su una caldaia a condensazione a metano da 87 kW. Oltre a cambiare tecnologia, quindi, si è anche cambiata la fonte di alimentazione, per unire alla convenienza e al risparmio anche un maggior rispetto per l’ambiente. 

L’installazione della caldaia a condensazione a gas ha permesso ai residenti del condominio Foscolo di ridurre i consumi e risparmiare, già dal primo anno, intorno al 55-60% in bolletta.

Con l’installazione di una caldaia a condensazione, oltre ad abbassare le spese, sono state ridotte anche le emissioni inquinanti. La riqualificazione energetica del condominiom ha portato, quindi, a una scelta doppiamente vantaggiosa. 

Scopri di più su questa realizzazione Viessmann e guarda la videointervista all'installatore Giacomo Beretta!

Video Intervista Viessmann Riqualificazione Energetica

Categorie: Condominio

Sergio Cucchiara

Scritto da Sergio Cucchiara

Esperto in caldaie e impianti solari termici, è tecnico e formatore dell'Accademia Viessmann Italia rivolta a tutte le figure professionali del settore termotecnico, con corsi specifici sulle tecnologie di caldaie murali e a basamento, pompe di calore e criteri di installazione degli impianti solari termici per un ottimale utilizzo dell’energia solare.