Contabilizzatori di Calore per Abbassare i Costi

[fa icon="calendar"] 13 dicembre 2016 - 18:45 / da Mauro Braga

Mauro Braga

Contabilizzatori di Calore per Abbassare i Costi

Se vivi in un condominio con riscaldamento centralizzato sarai a conoscenza del fatto che la ripartizione dei costi è obbligatoria per legge dal 1 gennaio 2017. Questo è possibile tramite i contabilizzatori di calore, che misurano in questi edifici il consumo effettivo di ciascun appartamento e stabiliscono la spesa di ogni condomino.

L'installazione di questi ultimi comporta inevitabilmente dei costi, ma rappresente anche una grande opportunità di risparmio, oltre la possibilità di godere delle agevolazioni fiscali.

La Funzione dei Contabilizzatori di Calore

La contabilizzazione/ripartizione di calore è la procedura che rileva elettronicamente il consumo di energia termica utilizzata per il riscaldamento o la produzione di acqua calda sanitaria. A provvedere a questi rilevamenti sono dei contatori appositamente tarati per il rilevamento dei dati, che possono essere trasmessi a distanza per gestire la contabilizzazione e la conseguente emissione delle bollette.

L’applicazione di questo tipo di dispositivi interessa tutti i condomini con impianti centralizzati e non è né invasiva, né prevede cavi esposti. A livello estetico si aggiungono solo le valvole termostatiche ai radiatori, che permettono di regolare la temperatura in ogni stanza.

 

Meno Costi e più Risparmio

risparmio-vitoset2.png

 

Con la contabilizzazione del calore uno dei primi vantaggi ottenibili è sicuramente la riduzione dei costi. Nei vecchi condomini le centrali termiche vengono programmate per funzionare ininterrottamente nelle ore diurne (per esempio dalle 6 del mattino alle 23 con le eventuali pause); con i dispositivi per la contabilizzazione/ripartizione collegati alle valvole termostatiche ogni singolo radiatore riduce la quantità di calore immesso in ambiente autonomamente per mantenere la temperatura richiesta raggiunta.

Un buon sistema di contabilizzazione porta a ottenere dei risparmi già nel breve periodo, facendo cogliere al condomino i propri effettivi consumi in casa.

Accanto a questo è possibile usufruire delle detrazioni fiscali, sia nel caso di un intervento di efficientamento energetico (Ecobonus 65%), sia per quanto riguarda la ristrutturazione (50%).

 

I Vantaggi della Riqualificazione Energetica

L’operazione di adeguamento normativo in termini di contabilizzazione/ripartizione di calore, se applicata su condomini particolarmente vecchi, sarà l’occasione per un check up energetico e per una progettazione integrata che intervenga sull’intero edificio, ma soprattutto su quelle parti che sono sensibili rispetto all’incentivazione da ottenere.

La contabilizzazione è sicuramente un modo intelligente per razionalizzare i consumi, ma per ridurli in maniera sensibile è bene valutare l’opportunità di una strategia complessiva che preveda la sostituzione di vecchi generatori con le nuove caldaie a condensazione oppure a biomasse (consulta questi esempi concreti di efficienza).

 

Comincia subito ad abbassare le tue bollette scaricando gratuitamente questa guida. Clicca qui sotto e riceverai la tua copia in formato PDF per computer, Smartphone e Tablet.

GUIDA Come risparmiare in casa riscaldamento efficiente

Categorie: Efficienza Energetica

Mauro Braga

Scritto da Mauro Braga

Esperto in efficienza energetica, funzionamento di caldaie, cogeneratori, normative e incentivi statali. Dopo essersi diplomato come perito tecnico industriale a Torino, ha dedicato tutta la sua carriera lavorativa nel settore del risparmio energetico operando presso aziende produttive e di gestione del calore, particolarmente attento all’evoluzione delle fonti rinnovabili e al rispetto per l’ambiente.