Architettura Ecosostenibile: Cos’è e Perché è Importante

Fare architettura ecosostenibile significa progettare e costruire edifici energicamente efficienti e con un limitato impatto ambientale. Realizzare immobili di questo tipo, virtuosi e sostenibili, è la sfida del futuro ma per molti è già una realtà. 

A partire dal 1 gennaio 2021, tutti gli edifici di nuova costruzione od oggetto di importanti ristrutturazioni dovranno rispettare determinati requisiti di prestazione energetica, sia a livello strutturale sia per quanto riguarda l’impiantistica. A stabilirlo è l’Unione Europea, che ha emanato una serie di direttive (contenute nell’EPBD 31/2010) per la riduzione dei consumi energetici in edilizia. L’architettura sostenibile rientra perfettamente tra gli interventi volti al raggiungimento di questi obiettivi. 

Cosa Vuol Dire “Architettura Ecosostenibile” 

La sostenibilità in architettura non è solo sinonimo di risparmio energetico e riduzione dei consumi. Ciò che rende un edificio ecosostenibile è un insieme di fattori e interventi, che vanno a coinvolgere processi sociali ed economici in funzione della salvaguardia dell’ambiente. 

Non a caso in inglese si parla di green building come di quei lavori di edilizia che, già in fase di progettazione, tengono conto dei ritmi e delle risorse naturali e che puntano a inserirsi armoniosamente nel contesto, valutando attentamente il riuso degli spazi e la scelta dei materiali. 

Molti, però, pensano che basti posare i pannelli solari o installare un impianto fotovoltaico, per parlare di architettura sostenibile. Purtroppo non è così, anche se si tratta di tecnologie assolutamente in linea con lo spirito e la mission della bioarchitettura.

Il Futuro? Progettare Case ad Alta Efficienza Energetica 

Spesso quando si parla di architettura ecosostenibile viene naturale pensare a edifici ad alta efficienza energetica, che assicurano grandi risparmi sui consumi e portano l’immobile a raggiungere la quasi completa indipendenza dal punto di vista energetico. Leggi anche questo approfondimento completo sugli edifici ad alta efficienza energetica.

Ma quali sono gli elementi fondamentali da considerare, in un progetto di bioarchitettura?   

  • Orientamento dell’edificio, in riferimento alle ore di soleggiamento e ombreggiamento, in questo modo è possibile sfruttare al massimo le ore di luce per regalare all’abitazione un’illuminazione naturale e assicurare massimo comfort agli ambienti grazie al calore del sole
  • Ventilazione naturale/meccanica: gli edifici a risparmio energetico sono costituiti da un involucro isolante per evitare lo scambio termico tra interno ed esterno. L’isolamento a cappotto e gli infissi a tenuta ermetica riducono sì le dispersioni, ma anche la ventilazione naturale, causando accumuli di umidità e CO2. Per assicurare il ricircolo e poter respirare aria di qualità, fondamentale per la salute e il comfort di chi vive in casa, può essere necessario installare un impianto di ventilazione meccanica controllata con recupero del calore
  • Adozione di sistemi alimentati a biomassa: utilizzare fonti di energia naturali e alternative come la biomassa è una scelta assolutamente green, che fa bene all’ambiente perché riduce le emissioni nell’atmosfera. La combustione a legna viene definita per l'appunto a CO2-neutra, perché la quantità di CO2 rilasciata durante la combustione corrisponde, infatti, a quella che la legna ha assorbito nel corso del suo processo di crescita. A questo non va dimenticato il notevole risparmio economico assicurato; con una caldaia a pellet risparmi fino al 50% in bolletta rispetto a un generatore a gasolio (dai un’occhiata a questo esempio di riqualificazione energetica con caldaia a pellet)
  • Sistemi domotici di gestione: la domotica wireless non è più un interesse esclusivo degli appassionati di tecnologia. Sempre più persone cercano soluzioni che le aiutino a migliorare la qualità e il comfort dell’ambiente domestico, oltre che ridurre i consumi. E la possibilità di gestire in autonomia, direttamente dallo smartphone, luci, finestre, cancelli, tapparelle e, perché no, anche il sistema di riscaldamento, è molto più di una semplice comodità. È un ulteriore passo verso il futuro, che nei progetti di bioarchitettura viene sempre più spesso preso in considerazione, grazie anche alle App per il controllo del funzionamento della caldaia come ViCare di Viessmann
  • Sfruttamento delle energie rinnovabili: l’installazione di pannelli solari termici o la posa di un impianto fotovoltaico permettono di sfruttare il sole, fonte energetica rinnovabile e gratuita, per produrre rispettivamente acqua calda ed energia elettrica. In quest’ultimo caso, integrando nell’impianto un sistema di accumulo fotovoltaico è possibile immagazzinare l’energia prodotta, ma non immediatamente utilizzata, e sfruttarla in un secondo momento con notevoli risparmio sulle utenze domestiche (anche per il riscaldamento nel caso per esempio di impianto a pompa di calore)

ArchiEnergy Project: la Progettazione Virtuosa e Sostenibile 

Quello dell’efficienza energetica è un tema sempre più caro agli italiani e, come abbiamo visto in precedenza, è legato a doppio filo con l’architettura ecosostenibile. 

Per questo Viessmann ha deciso di approfondire l’argomento lanciando una nuova iniziativa, volta a creare un dialogo tra gli studi di architettura presenti nelle principali città italiane e i Partner per l’Efficienza Viessmann. 

ArchiEnergy Project è partito da Roma e toccherà altre città per presentare progetti già realizzati o in divenire, legati al tema della sostenibilità e dell’efficienza energetica. Grazie al confronto e alla collaborazione tra chi progetta e chi realizza gli edifici sarà possibile raggiungere un obiettivo comune. 

Vuoi saperne di più sulle soluzioni ad alta efficienza proposte da Viessmann? Trova il tecnico più vicino a te e richiedi subito una consulenza su misura.Check Up Energetico Gratuito

Scritto da: Sergio Cucchiara

Sergio Cucchiara

Esperto in caldaie e impianti solari termici, è tecnico e formatore dell'Accademia Viessmann Italia rivolta a tutte le figure professionali del settore termotecnico, con corsi specifici sulle tecnologie di caldaie murali e a basamento, pompe di calore e criteri di installazione degli impianti solari termici per un ottimale utilizzo dell’energia solare.

Potrebbe interessarti anche

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Leggi l'articolo

Come Regolare al Meglio il Proprio Impianto a Pavimento

Leggi l'articolo
Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Leggi l'articolo

Sostituzione caldaia: le 6 verità nascoste, da chi?

Leggi l'articolo