Come Riscaldare al Meglio una Casa in Classe Energetica F

La classe energetica F contraddistingue un edificio energivoro con una dispersione del calore elevata. Purtroppo in Italia sono ancora molte le case che presentano queste caratteristiche: ecco come riscaldarle al meglio, riducendo al contempo i consumi e risparmiando sulla bolletta.

La classe energetica indica con una lettera da A4 a G (dove A4 è la classe più efficiente mentre G quella meno efficiente) la qualità energetica e il consumo dell’edificio preso in esame. Tale classificazione viene fatta in base ad alcuni parametri fra i quali la località in cui è situato l’immobile o la zona climatica. 

come riscaldare una casa in classe energetica f.png 

Dopo un esame del consumo orario, il tecnico confronta il risultato con i valori attribuiti alle diverse fasce e assegna all’immobile la classe che presenta un consumo simile. Ogni classe energetica è compresa all’interno di un intervallo di valori che rappresentano il consumo minimo e massimo in kWh al metro quadro per riscaldare l’ambiente domestico.

Come Riscaldare al Meglio una Casa in Classe Energetica F  2.png

Dal 2012 è obbligatorio presentare, in fase di compravendita o affitto, il Certificato Energetico dell’edificio, un documento in cui, assieme ad altri dati riguardanti l’immobile, viene indicata la classe energetica. Questo ha permesso di identificare un gran numero di edifici residenziali e commerciali appartenenti alle classi meno efficienti (dalla E alla G), che sono addirittura il 67% del totale.

Sai Quanto Consuma la tua Casa? 

A determinare la classe energetica dell’edificio concorrono impianti di riscaldamento obsoleti, infissi e serramenti non isolanti, pareti non perfettamente coibentate. Insomma tutto ciò che può causare dispersione di calore, con un grande spreco in termini di energia. E ovviamente bollette salate. 

Una casa in classe energetica F, ad esempio, consuma il triplo rispetto a una in classe A e questo si traduce in un ridotto comfort abitativo, dovuto alla presenza di spifferi e umidità, e in una spesa per il riscaldamento elevata. 

Poiché il consumo di una famiglia viene in buona parte proprio dal riscaldamento, se vivi in un edificio con una classe energetica bassa è importante correre subito ai ripari. 

Per l’efficientamento energetico di un immobile, sia esso un’abitazione privata o un condominio, devi intervenire su due fronti: 

  • sull’involucro, ad esempio con la sostituzione degli infissi, la realizzazione della coibentazione di pareti e tetto
  • sugli impianti, ad esempio con la sostituzione della caldaia e il cambio di combustibile utilizzato, o l’integrazione di apparecchi come la pompa di calore e l’impianto solare termico 

In entrambi i casi si tratta di decisioni molto delicate, che vanno prese solo dopo il sopralluogo di un tecnico qualificato e la redazione di un’analisi dettagliata delle superfici disperdenti, dei consumi e delle esigenze della famiglia, tenendo conto anche della zona climatica in cui ci si trova. 

Contatta un Partner per l’Efficienza Energetica Viessmann e richiedi subito la diagnosi energetica della tua abitazione.

Riscaldamento Efficiente per Case in Classe Energetica F 

Per migliorare le performance energetiche della tua abitazione e il comfort degli ambienti in cui vivi devi optare per sistemi di riscaldamento innovativi, che possano garantirti un risparmio energetico considerevole. 

Le caldaie a condensazione, ad esempio, possono farti risparmiare fino al 30% in bolletta, rispetto ai generatori tradizionali, semplicemente recuperando il calore latente contenuto nei fumi di scarico. 

A parità di condizioni, il solo passaggio da un combustibile fossile (metano, gasolio o GPL) a una fonte energetica alternativa può portare una riduzione deri costi. I generatori a biomassa, ad esempio, utilizzano come unica fonte di alimentazione il legno o i suoi derivati, assicurando un notevole risparmio in bolletta. 

Fai attenzione, però: passare al riscaldamento a legna non è detto sia la soluzione migliore per tutti, infatti non sempre si ha a disposizione legna a basso costo o lo spazio per conservarla. 

Tutte queste tecnologie rientrano nel pacchetto di interventi volti al miglioramento dell’efficienza energetica di un edificio, quindi per acquistarli puoi beneficiare delle detrazioni risparmio energetico, abbassando i costi iniziali e riducendo i tempi di rientro. 

Sistemi di riscaldamento efficienti contribuiscono ad aumentare il valore dell’immobile, e questo è molto importante soprattutto se hai intenzione di vendere o affittare la tua casa. Leggi anche questo approfondimento completo sulla casa ad alta efficienza.

Un’abitazione con una classe energetica elevata si vende meglio e più velocemente di una casa in classe F o G!

Cosa aspetti? Scarica subito Guida al riscaldamento efficiente e scopri come trasformare la tua casa in un edificio a basso consumo.New Call-to-action 

Scritto da: Alberto Zardini

Alberto Zardini

Esperto in caldaie e cogeneratori. Ha sempre lavorato nel settore della climatizzazione, prima come tecnico, oggi come formatore dei professionisti termoidraulici presso l'Accademia Viessmann. Si occupa di trasmettere a tutti coloro che lavorano nel settore le competenze adatte ad installare e proporre gli impianti più adatti ad ogni persona e ogni edificio.

Potrebbe interessarti anche

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Leggi l'articolo
Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Leggi l'articolo
Come scegliere un climatizzatore in base ai metri quadri

Come scegliere un climatizzatore in base ai metri quadri

Leggi l'articolo

Sostituzione caldaia: le 6 verità nascoste, da chi?

Leggi l'articolo