Come Scegliere la Migliore Caldaia a Biomassa?

[fa icon="calendar"] 22 gennaio 2016 - 10:20 / da Marcello Caceffo

Marcello Caceffo

come-scegliere-caldaia-biomassa.png

Una caldaia a biomassa è una valida alternativa alle classiche caldaie alimentate a combustibile fossile e può essere utilizzata per riscaldare non solo abitazioni e condomini, ma anche attività commerciali e industriali.

In commercio ne esistono, infatti, diverse taglie e tipologie, a seconda delle esigenze energetiche e del tipo di combustibile a biomassa legnosa che utilizzano, proveniente per maggior parte da residui di coltivazioni agricole, deforestazione controllata e scarti di lavorazione industriale del legno e della carta.

Le principali fonti energetiche a biomassa legnosa sono:

  1. Legna a pezzi (ciocchi): costituito da porzioni di tronco, di qualità inferiore e di provenienza boschiva.
  2. Tronchetti di legno: costituiti da residui di legno pressati.
  3. Segatura: derivante da scarti industriali e dalla lavorazione di latifoglie e conifere.
  4. Cippato: ovvero legno naturale tritato con o senza corteccia, di provenienza boschiva, secondo la direttiva europea EN ISO 17225-4.
  5. Pellet: Scarti di lavorazione del legno resi in cilindretti pressati ad elevato potere calorifico e certificati a seconda della qualità (es: ENplus-A1, EN ISO 17225-2)

biomassa1.jpg

 

Scegliere di utilizzare una caldaia a biomassa per il proprio riscaldamento è una scelta che aiuta l'ambiente e fa risparmiare.

L'emissione di CO2 di una caldaia a biomassa è di molto inferiore rispetto ad una caldaia a gasolio. Il legno emette una quantità di anidride carbonica pari a quella assorbita per crescere.

Oltre al costo inferiore del combustibile, esistono incentivi statali che sostengono l'installazione di una caldaia a biomassa:
- Detrazioni per ristrutturazioni secondo la Legge di Stabilità 2016 (Scopri di più su Prezzi Caldaie: Scopri il Metodo per Risparmiare)

- Detrazione per il Risparmio Energetico come l'ecobonus 65% per gli interventi di riqualificazione energetica.

A questo punto le domande sorgono spontanee:
- Quale scegliere?

- Qual è la caldaia a biomassa migliore per le proprie esigenze?

Uno dei fattori che influenzerà maggiormente la scelta sarà l'ubicazione della nostra casa.
È sconveniente, infatti, scegliere una caldaia a legna per il riscaldamento domestico se non si abita in zone dove la legna è facilmente reperibile.
Oltre al prezzo della materia prima si somma il prezzo del trasporto e la conseguente emissione di gas del camion che trasporta il carico, annullando sia il risparmio che la sostenibilità ambientale della risorsa.

Bisogna comunque ricordare che generare calore per il riscaldamento attraverso legna è estremamente conveniente e garantisce un evidente risparmio rispetto all’uso di gas metano.

La caldaia a legna o cippato è ideale per tutti coloro che possono procurarsi con facilità questo combustibile e hanno a disposizione abbastanza spazio per il suo stoccaggio.
La legna, infatti, andrebbe fatta essiccare per 2 anni in un luogo ventilato e al riparo dalla pioggia, per raggiungere il suo massimo potere calorifico.

Al contrario della legna, il Pellet è una risorsa disponibile nella maggior parte dei rivenditori di combustibili e di materiali edili o per il bricolage. Generalmente, viene distribuito in sacchi da 15 kg e il costo dipende sia dalla sua provenienza che dalla sua qualità, ma resta comunque più economico rispetto ai costi di metano e gasolio. Inoltre, ha un alto rendimento e potere calorifico.

Vuoi saperne di più sulle caldaie a biomassa? Chiedi informazioni ad un professionista qualificato o scarica la guida gratuita sul riscaldamento efficiente in cui troverai un intero capitolo proprio sul riscaldamento del futuro, quello legato al mondo della biomassa. Richiedi ora la tua copia, clicca qui sotto.

GUIDA Come risparmiare in casa riscaldamento efficiente

Categorie: Caldaie a Legna o Pellet

Marcello Caceffo

Scritto da Marcello Caceffo

Esperto in caldaie a Biomassa. Da anni forma e aggiorna operatori e professionisti del settore termoidraulico, sia interni che esterni all'azienda, sui principi di funzionamento e le tecnologie degli impianti termici a biomassa legnosa, sulle caldaie a gas e a gasolio e sui pannelli solari.