14 maggio 2020  |  a cura di Giovanni Finarelli  |  condividi con

Fonti rinnovabili e impianti ibridi per una classe energetica al top

14 maggio 2020
Pompe di Calore, Sistemi Ibridi

Una villa nei Colli Euganei mostra come l’utilizzo di fonti rinnovabili e fossili ad alta efficienza nei sistemi ibridi permetta di abbattere i consumi, a vantaggio dell’eco sostenibilità e delle bollette.

Per ottenere alti livelli di efficienza energetica degli edifici, riducendo i consumi di elettricità e gas (e abbattendo così le bollette!), è necessaria una progettazione attenta basata sui migliori standard disponibili. Oggi questa sfida è tutt'altro che un miraggio, ma un obiettivo a portata di mano raggiungibile utilizzando le più evolute tecnologie costruttive e impiantistiche e integrando le fonti rinnovabili. A dimostrarlo ci sono ormai molti esempi e quello che qui vi proponiamo, basato su soluzioni Viessmann, è particolarmente interessante.

Si tratta di una villa bifamiliare situata nel suggestivo scenario dei Colli Euganei, a Galzignano Terme in provincia di Padova, costituita da due appartamenti su tre piani da 220 mq di superficie ciascuno, costruita pensando a minimizzare i consumi energetici e l’impatto ambientale e ottenendo come risultato l’azzeramento - o quasi - dei prelievi dalla rete grazie all’uso delle fonti rinnovabili, e una classe energetica ai massimi livelli.

Impianti ibridi Viessmann
La classe energetica di un edificio, lo ricordiamo, è un indicatore molto importante sotto il profilo dei consumi e della sostenibilità ambientale, oltre che dal punto di vista del comfort. Non solo: le classi superiori, come quelle A, alzano nettamente il valore dell’immobile. Dal 2015 la classificazione dell’efficienza delle abitazioni in Italia si basa su 10 differenti livelli; i primi quattro sono tutti contrassegnate dalla lettera A (dalla più virtuosa A4 fino alla A1), mentre l’ultima è la G.

Come si raggiungono alti livelli di classe energetica?
Prima di tutto con la coibentazione corretta dell’involucro edilizio, costituito da pareti esterne, copertura, pavimenti, chiusure vetrate. Il secondo ingrediente, altrettanto importante, è costituito dall’impiantistica, che deve sfruttare le tecnologie più efficienti e, per quanto riguarda la Classe A, deve obbligatoriamente integrare fonti di energia rinnovabile per soddisfare parte dei consumi dell’edificio.

Impianto ibrido per riscaldare e raffrescare

La villa bifamiliare nei Colli Euganei è in classe energetica A3. Gli impianti energetici dell’abitazione vedono il concorso di differenti fonti, rinnovabili e fossili, che svolgono una triplice funzione all’interno di un unico impianto ibrido: soddisfano infatti il fabbisogno termico di riscaldamento e di acqua calda sanitaria e, in estate, raffrescano gli ambienti.
L’eco-sostenibilità complessiva del sistema è rafforzata dalla presenta di un impianto fotovoltaico per l’autoconsumo dell’energia elettrica prodotta dal sole.

I sistemi ibridi sono impianti in cui più generatori di calore, alimentati generalmente da fonti rinnovabili e da fonti fossili, lavorano insieme o in alternanza per soddisfare il fabbisogno termico, con il vantaggio di garantire la continuità del servizio e utilizzare di volta in volta, a seconda delle condizioni e delle necessità del momento, la tecnologia migliore in termini di convenienza economica oppure di eco-sostenibilità (per sapere di più leggi "Quando due è meglio di uno: i sistemi ibridi per riscaldare" ).

Il cuore della villa bifamiliare di Galzignano Terme è il sistema ibrido Viessmann Vitocaldens 222-F composto da una pompa di calore aria-acqua (fonte rinnovabile), da una caldaia a condensazione a gas che interviene in caso di necessità per picchi di fabbisogno termico/acqua calda in caso di clima particolarmente rigido, e da un serbatoio di accumulo da 130 litri per l’acqua calda sanitaria.

sistema ibrido Viessmann _Vitocaldens 222-F

Ti interessano le pompe di calore e vuoi scoprire tutte le caratteristiche e i vantaggi di questa tipologia di generatore? Per te la guida completa alla scelta >

Grazie alla distribuzione del calore mediante sistemi radianti a pavimento di Viessmann (con pannelli di tipo bugnato Premium), Vitocaldens 222-F è in grado di funzionare anche per il raffrescamento degli ambienti in estate, fornendo inoltre massimo comfort abitativo in inverno e in estate. Sul tetto della villa sono montati 24 pannelli fotovoltaici Vitovolt 300 PC policristallini con potenza di 250 kWp che supportano il funzionamento della pompa di calore (rendendola così 100% green) e le altre utenze elettriche dell’abitazione.

Grazie alla professionalità e alla competenza dell'installatore Partner Viessmann, i benefici ottenuti da questa famiglia di Galzignano Terme per l'impianto di climatizzazione e riscaldamento sono stati molteplici, sia in termini di impatto ambientale sia di risparmio energetico.

E tu cosa aspetti? Rivolgiti anche tu all'installatore Partner più vicino a te per migliorare l'efficienza e il comfort di casa tua! Gli installatori Partner Viessmann operano in totale sicurezza e nel rispetto delle nuove regole.

Opinioni Caldaia Condensazione

Lascia un commento

Post correlati

E' stato interessante?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nuovi articoli