29 giugno 2020  |  a cura di Giacomo Givotti  |  condividi con

Impianto fotovoltaico con accumulo: gratis con il super Ecobonus

29 giugno 2020
Fotovoltaico, Normative e Detrazioni

I sistemi di accumulo per impianti fotovoltaici consentono di aumentare fino all’80% la quota di autoconsumo dell’energia elettrica prodotta da fonte solare. Con il super Ecobonus si possono installare gratuitamente.

Un impianto fotovoltaico con accumulo offre indubbiamente un vantaggio molto importante: consente, infatti, di sfruttare al meglio l’energia elettrica prodotta gratuitamente dai pannelli, immagazzinando in una batteria elettrochimica (litio) quella prodotta in eccesso durante le ore di irraggiamento e non immediatamente consumata, lasciando la possibilità di consumarla in un momento successivo quando cessa la produzione solare (per esempio di notte).

In questo modo si riesce a massimizzare l’investimento fatto per l’impianto, perché una percentuale maggiore di autoconsumo porterà a una diminuzione più consistente dei consumi in bolletta elettrica.

> Scopri come scegliere il miglior impianto fotovoltaico per la tua casa

La tipica curva di produzione fotovoltaica, infatti, è caratterizzata da un picco nelle fasi centrali della giornata, mentre i consumi domestici sono distribuiti in modo più uniforme nell’arco delle 24 ore. Senza un accumulo, succede così che si è costretti a prelevare l’energia dalla rete pubblica, pagandola in bolletta, nelle fasce in cui l’impianto fotovoltaico non produce, non riuscendo invece a consumare tutta l’elettricità generata durante il giorno, che deve essere ceduta in rete con il meccanismo dello Scambio sul Posto.

Impianto fotovoltaico con accumulo

In più, garantendo una quota consistente di autoconsumo, un impianto fotovoltaico con accumulo permette di diventare energeticamente più indipendenti così da subire meno aumenti e variazioni di prezzo praticate dai fornitori di energia elettrica. Infine, per chi ha a cuore le tematiche ambientali si aggiunge la gratificazione di diventare protagonisti della transizione energetica, sapendo che i propri consumi elettrici incideranno solo in minima parte sulle emissioni climalteranti.

Di contro, c’è da valutare l’esborso aggiuntivo per acquistare e installare un sistema di accumulo, che può aumentare i tempi di ritorno dell’investimento complessivo. Il super Ecobonus, però, può rappresentare per molti una soluzione, consentendo di portare in detrazione il 110% della spesa sostenuta per pannelli, accumuli e anche per le colonnine di ricarica, a condizione che l’intervento complessivo sull’abitazione preveda il cappotto termico oppure l’installazione di una pompa di calore per il riscaldamento (per sapere di più sulla maxi detrazione leggi "Arriva l’Ecobonus al 110%, ecco come funziona la super detrazione").

Per chi non rientra nelle condizioni stabilite dal super Ecobonus, resta sempre valida la possibilità di sfruttare l’agevolazione per le ristrutturazioni degli edifici che permette di detrarre dall’Irpef il 50% dei costi per impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo o, in alternativa, richiedere per gli stessi uno sconto immediato in fattura cedendo il credito d'imposta maturato.

Riepilogo dei vantaggi di un impianto fotovoltaico con accumulo:

  • Si auto-consuma la maggior parte dell’energia gratuita e pulita generata dal sole con un maggiore risparmio in bolletta. La differenza di autonomia energetica garantita da un impianto con o senza accumulo è davvero notevole: se con un impianto fotovoltaico tradizionale di tipo domestico si raggiunge una quota di autoconsumo che si aggira mediamente attorno al 30% rispetto all’energia prodotta, grazie a una batteria di accumulo correttamente dimensionata la quota di autoconsumo può arrivare anche all’80%. Resta così da pagare al fornitore una piccola parte dei propri consumi elettrici.
  • Una maggiore percentuale di autoconsumo aumenta la sostenibilità ambientale dei propri consumi, consentendo di coprire una quota maggiore del fabbisogno energetico con il vettore elettrico, diminuendo (o azzerando) il consumo di gas nel caso di climatizzazione e produzione di acqua calda sanitaria con pompe di calore.
  • Esattamente come è accaduto per i pannelli fotovoltaici, anche per gli accumuli la tecnologia ha fatto progressi e, grazie all’utilizzo delle batterie al litio, le prestazioni sono migliorate e il ciclo di vita allungato; i prezzi si sono gradualmente ridotti, rendendo il costo del kWh stoccato più conveniente.
  • Un impianto fotovoltaico con accumulo è intelligente: automaticamente si prevede come prioritario l’autoconsumo da fonte solare o da accumulo elettrico e solamente in ultima istanza si ricorrere al prelievo dalla rete (per sapere come funziona un sistema di accumulo leggi anche "Per non sprecare l’elettricità fotovoltaica sere un sistema di accumulo"). Si può inoltre ricorrere alla funzione di backup nel caso di interruzioni di corrente (blackout rete pubblica) oltre a compensare eventuali picchi di consumo superiori alla potenza “contatore” contrattualmente disponibile.
  • Con l’agevolazione fiscale del super Ecobonus al 110%, dal primo luglio 2020 è possibile installare un impianto fotovoltaico con accumulo anche gratuitamente. Chi non rientrasse nella casistica prevista dal nuovo Ecobonus può comunque sfruttare la detrazione fiscale al 50% o cedere la stessa all'installatore, ottenendo in cambio uno sconto immediato in fattura di pari importo (50%).

Check Up Energetico Gratuito

 

Lascia un commento

Post correlati

E' stato interessante?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nuovi articoli