Detrazioni da sfruttare per tagliare il costo impianto solare termico

I pannelli solari termici catturano il calore del sole e lo utilizzano per produrre acqua calda, senza usare gas o elettricità. In questo modo si riduce notevolmente il fabbisogno di energia per riscaldare l’acqua per la doccia o per l’impianto di riscaldamento e, di conseguenza, si risparmia sulle bollette. Oggi è possibile avere tutto questo a un prezzo davvero vantaggioso grazie al beneficio delle agevolazioni fiscali.

Perché il solare termico è vantaggioso?

Un impianto solare termico correttamente dimensionato assicura tutta l’acqua calda per uso sanitario di cui si ha bisogno, 12 mesi all'anno:

Il risparmio in bolletta, però, non è l’unico vantaggio legato all’installazione di un impianto solare termico.

Posizionando i pannelli solari termici sul tetto:

  • Si è in regola con il “Decreto Rinnovabili” per le nuove costruzioni e le ristrutturazioni importanti. Il D. Lgs. 28/2011 impone infatti, dal 1° gennaio 2018, l’obbligo di soddisfare il proprio fabbisogno energetico (riscaldamento, raffrescamento e ACS) utilizzando per il 50% energia prodotta con fonti rinnovabili. E con i pannelli solari termici questo obiettivo è più che raggiunto;
  • Si aiuta l’ambiente perché l'energia solare, invece dei combustibili fossili, permette di produrre calore riducendo le emissioni inquinanti nell’atmosfera;
  • Si aumenta la classe energetica dell'abitazione, alzando così, oltre all’efficienza energetica, anche il valore di mercato dell'immobile.
Scopri qui un approfondimento completo sui pannelli solari termici.

Costo impianto solare termico: come abbassarlo?

Il costo per l’installazione di un impianto solare sul tetto dipende per prima cosa dal numero e dal tipo di pannelli che è opportuno posare. Qualsiasi sia la scelta, grazie alle agevolazioni fiscali è possibile ridurre questo investimento e risparmiare più della metà.

Ecco una panoramica degli incentivi disponibili per quest'anno!

NB: Ricorda che le agevolazioni non sono cumulabili tra loro, quindi è consigliato farsi aiutare da un professionista qualificato ed esperto per individuare la soluzione più conveniente.

Detrazione Fiscale Ristrutturazioni – 50%

L’installazione di un impianto solare termico rientra nel Bonus Ristrutturazioni in quanto è un intervento volto al conseguimento di risparmi energetici, che permette di sfruttare fonti di energia rinnovabili per la produzione di calore.

  • Entità dell’incentivo: 50% delle spese sostenute, fino a un massimo di 96.000 € per unità immobiliare
  • Modalità di rimborso: detrazione dall’imponibile IRPEF/IRES dovuta in Dichiarazione dei Redditi
  • Tempi di erogazione: 10 anni
  • Come pagare: tramite bonifico bancario o bonifico postale “parlante”, dove cioè sia indicato nella causale il riferimento alla norma (art. 16-bis del Dpr 917/1986), il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il codice fiscale/partita IVA dell’azienda che effettua i lavori
  • Documenti da conservare: ricevuta del bonifico, fatture o ricevute fiscali relative alle spese effettuate per la realizzazione dei lavori. Tutti i documenti devono essere intestati alle persone che fruiscono della detrazione.
  • Ulteriori agevolazioni: IVA agevolata al 10% sui materiali e le prestazioni.

Come richiedere la detrazione:

Per usufruire del Bonus Ristrutturazioni basta comunicare nella Dichiarazione dei Redditi i dati catastali identificativi dell’immobile su cui è stato eseguito l’intervento e consegnare la documentazione attestante i lavori.

Per monitorare e valutare l’effettivo risparmio energetico conseguito con la realizzazione degli interventi, la Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo di trasmettere all’Enea le informazioni sui lavori effettuati, come già previsto per chi effettua interventi di riqualificazione energetica.

Detrazione Fiscale per Efficientamento Energetico (Ecobonus) – 65%

In alternativa al Bonus Ristrutturazioni, è possibile richiedere la detrazione del 65% sulle spese sostenute per l’acquisto e la posa dei pannelli solari termici in quanto operazione volta al conseguimento di una maggiore efficienza energetica.

  • Entità dell’incentivo: 65% delle spese sostenute, fino a un massimo di 30.000 € per unità immobiliare
  • Modalità di rimborso: detrazione dall’imponibile IRPEF dovuta in Dichiarazione dei Redditi
  • Tempi di erogazione: 10 anni
  • Come pagare: tramite bonifico bancario o bonifico postale “parlante”, dove cioè sia indicato nella causale il riferimento alla norma (art. 16-bis del Dpr 917/1986), codice fiscale del beneficiario della detrazione e codice fiscale/partita IVA dell’azienda che effettua i lavori
  • Documenti da conservare: ricevuta del bonifico, fatture o ricevute fiscali relative alle spese effettuate per la realizzazione dei lavori, asseverazione di un tecnico abilitato, certificazione energetica dell’immobile o attestato di qualificazione energetica predisposto da un professionista abilitato. Tutti i documenti devono essere intestati alle persone che fruiscono della detrazione.

Come richiedere la detrazione:

La detrazione fiscale 65% è ammessa solo per interventi di riqualificazione su unità immobiliari ed edifici residenziali esistenti.

Per usufruire dell’incentivo è necessario registrarsi al sito dell’ENEA e compilare, entro 90 giorni dalla fine dei lavori ed esclusivamente per via telematica, una dichiarazione di detrazione. Il modulo, oltre ai dati anagrafici del beneficiario e alle informazioni relative all’immobile oggetto di intervento, deve essere integrato con alcuni allegati. Nello specifico, nel caso di installazione dei collettori solari, devono essere inviate la scheda informativa degli interventi realizzati e una copia dell’attestazione di corrispondenza dell’intervento ai requisiti indicati dalla Legge.

Conto Termico 2.0

Per l’installazione di pannelli solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling, è possibile usufruire degli incentivi del Conto Termico 2.0. Il solare termico, infatti, rientra tra gli interventi di piccole dimensioni per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili agevolati dal GSE. Possono usufruirne tutti coloro che sostituiscono impianti già esistenti o installano i pannelli solari termici su edifici nuovi.

  • Entità dell’incentivo: fino a un massimo del 65% della spesa sostenuta
  • Modalità di rimborso: tramite bonifico bancario annuale. È previsto il saldo di quanto dovuto in un’unica rata se l’importo è inferiore ai 5.000 €
  • Tempi di erogazione: 2 o 5 anni
  • Come pagare: tramite qualsiasi metodo di pagamento tracciabile
  • Documenti da conservare: ricevuta del pagamento, fatture o ricevute fiscali relative alle spese effettuate per la realizzazione dei lavori e ricevute dei moduli compilati sul portale del GSE. Tutti i documenti devono essere intestati alle persone che fruiscono dell’incentivo.

Come richiedere l’incentivo:

Entro 60 giorni dall’installazione dell’impianto solare termico va presentata, esclusivamente per via telematica, la richiesta di concessione degli incentivi al GSE. Collegandosi al sito Portaltermico è possibile compilare i vari moduli per l’accesso diretto all’incentivo. I soggetti privati possono ricorrere al mandato irrevocabile dell’incasso per destinare direttamente il rimborso dovuto a soggetti terzi (es. l’installatore).

Per i sistemi solari fino a 50 mq è previsto un iter semplificato, nel caso i componenti installati rientrino nel Catalogo degli apparecchi domestici pubblicato sul sito del GSE.

Scarica subito la Guida al Solare Termico e scopri quali sono i pannelli più adatti a te. Grazie agli incentivi puoi ridurre il costo impianto solare termico e iniziare subito a risparmiare sulle bollette.

Scarica guida pannelli solari termici PDF

Scritto da: Sergio Cucchiara

Sergio Cucchiara

Esperto in caldaie e impianti solari termici, è tecnico e formatore dell'Accademia Viessmann Italia rivolta a tutte le figure professionali del settore termotecnico, con corsi specifici sulle tecnologie di caldaie murali e a basamento, pompe di calore e criteri di installazione degli impianti solari termici per un ottimale utilizzo dell’energia solare.

Potrebbe interessarti anche

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Leggi l'articolo

Come Regolare al Meglio il Proprio Impianto a Pavimento

Leggi l'articolo
Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Pro e Contro del Riscaldamento con Pompa di Calore

Leggi l'articolo

Sostituzione caldaia: le 6 verità nascoste, da chi?

Leggi l'articolo