Come scegliere la caldaia a condensazione per interno

[fa icon="calendar"] 19 novembre 2018 - 17:45 / da Sergio Cucchiara

Sergio Cucchiara

Come scegliere la caldaia a condensazione per interno

Hai deciso di sostituire la tua vecchia caldaia? Cerchi una soluzione che ti garantisca bassi consumi e che sia anche amica dell’ambiente? Fare la scelta giusta è importante, ma non è facile, perché in commercio esistono tante diverse tipologie di generatori.

Il punto fondamentale da cui devi partire è che non esiste una scelta unica che vada bene per tutti, ma bensì la soluzione più adatta alle proprie specifiche esigenze (tipologia abitazione, caldaia per riscaldamento o anche per la produzione di acqua calda sanitaria, abitudini, ecc.). Soluzione ideale significa anche soluzione efficiente, ovvero una tecnologia che ti permette di godere in casa di un livello di comfort al top, senza dover investire cifre elevate.

La maggior parte delle famiglie italiane riscalda la propria abitazione utilizzando il gas e sfruttando una caldaia murale, ovvero quel generatore che si trova appeso al muro (all'interno o all'esterno dell'edificio). Tra queste soluzioni le caldaie a condensazione sono quelle che offrono un rendimento più elevato, perché, rispetto ai generatori tradizionali, sono in grado di recuperare il calore contenuto nei fumi di scarico (calore latente) e utilizzarlo nuovamente nell'impianto di riscaldamento. In poche parole, questo significa:

  • Maggiore risparmio di energia
  • Minori emissioni di CO2

Installare una caldaia a condensazione è, quindi, una scelta conveniente, oltre che ecologica, perché offre un più elevato rendimento a fronte di un minore impiego di combustibile.

Accanto a questi assoluti vantaggi, devi considerare che le caldaie a condensazione, come Vitodens 200-W di Viessmann, sono gli unici generatori a gas che ti permettono di accedere alle detrazioni fiscali 2018 perché le uniche a raggiungere la classe di efficienza energetica A, e fino ad A+ in abbinamento a un sistema di termoregolazione evoluto (come un telecomando in ambiente Vitotrol 200-A).

Se devi sostituire la caldaia non perdere il nostro approfondimento per conoscere: tutto quello che c'è da sapere! Se, invece, vuoi ricevere tutte le informazioni sulla tecnologia della condensazione non ti resta che leggere la nostra guida definitiva.

Dopo averti spiegato i vantaggi delle tecnologia passiamo ai consigli pratici che puoi seguire per scegliere la caldaia a condensazione per interno più adatta alle tue esigenze e alle caratteristiche della tua abitazione.

Come scegliere la caldaia a condensazione per interno più adatta a te?

  • Luogo di installazione della caldaia

Per decidere dove posizionare la tua nuova caldaia devi considerare che c'è una normativa di riferimento a cui attenerti che impone di rispettare alcuni vincoli:

  1. Ventilazione
  2. Scarico fumi
  3. Sicurezza

Per rispettarli è importante non posizionare mai la caldaia in zona notte o in comunicazione diretta con gli ambienti dove si dorme. Allo stesso modo, zone in cui la ventilazione e il ricircolo d'aria tra interno ed esterno non sono assicurati rendono il locale non adeguato perché potenzialmente "pericoloso" per quanto riguarda le emissioni di CO.

Una soluzione perfetta e consigliabile è quella della cucina (a vista o incassata in un vano caldaia) oppure il un locale adibito (locale caldaia). Nel primo caso la tipologia di installazione più comune è quella di una caldaia a condensazione murale. Se, invece, hai la possibilità di disporre di un locale caldaia e le dimensioni della tua abitazione lo richiedono, puoi considerare anche l'installazione di una caldaia a basamento, da posizionare a terra, come Vitocrossal 300.

Per quanto riguarda lo scarico fumi, è possibile lo scarico a tetto, lo scarico a parete o in canna fumaria. Come previsto dalla Legge 90/2013, a partire dal 31 agosto 2013 per tutti gli impianti termici di nuova realizzazione o installati in sostituzione a una caldaia precedente vale l'obbligo di scaricare a tetto. Esistono però delle deroghe per cui lo scarico a parete è ancora possibile. Leggi l'approfondimento.

Per quanto riguarda le dimensioni del foro da realizzare, queste sono dipendenti dalla tipologia di generatore installato, dalla potenza termica complessiva e da apparecchi di cottura, come previsto dalla UNI 7129 del 2015. Se, ad esempio, ti trovi nella situazione in cui c'è installato in un locale un apparecchio con bruciatore a gas (tipo B) è necessario realizzare sulla parete esterna almeno 1 foro in basso per la ventilazione dei locali, a un'altezza non inferiore ai 30 cm, e uno in alto a un'altezza non inferiore a 180 cm.

Non ti preoccupare, questi calcoli non sono di tua competenza, ma vengono fatti direttamente dal tecnico qualificato a cui hai deciso di rivolgerti.

Non sarà pericoloso installare la caldaia in cucina?

Avere una caldaia in casa non è mai pericoloso, a patto che la macchina sia installata correttamente secondo normativa. Per questo motivo rivolgersi a un professionista qualificato e competente ti fornisce la sicurezza non soltanto di aver acquistato un prodotto di qualità, ma anche di avere la garanzia di un servizio eccellente.

Viessmann vanta tra i propri clienti una rete di installatori tra i migliori specialisti dell'Efficienza Energetica in Italia: i Partner Viessmann. Attraverso competenza ed esperienza sono in grado di realizzare impianti innovativi con le più moderne soluzioni tecnologiche per soddisfare le esifgenze de cliente finale. Contatta l'Installatore Partner più vicino a te!

  • Spazio a disposizione

Negli edifici di nuova costruzione il tema dello spazio è uno dei più "osannati" per cui si tende a sfruttare al massimo quanto si ha disposizione. Motivo per cui, in alcuni casi, può rivelarsi difficile installare la caldaia a considerazione in un ambiente interno.

Esistono, tuttavia, soluzioni sempre più compatte anche per le esigenze più impegnative. Nel caso, infatti, di famiglia numerosa o con un comfort sanitario richiesto elevato (es. 2 o più bagni) una soluzione intelligente può essere quella di dotarsi di una caldaia a condensazione compatta, ovvero con un bollitore integrato. Il vantaggio è che, rispetto a un bollitore convenzionale, il sistema di carico del bollitore richiede un contenuto d'acqua nettamente inferiore per poter erogare la stessa quantità di acqua calda sanitaria. Di questa categoria fa parte Vitodens 222-W di Viessmann.

  • Caldaia solo per riscaldamento o anche per la produzione di acqua calda sanitaria?

Esistono caldaie a condensazione per interno con funzione di solo riscaldamento e modelli pensati anche per la produzione di acqua calda sanitaria. Se hai bisogno di un generatore che, oltre ad alimentare i termosifoni (o il tuo impianto a pavimento), riscaldi anche l’acqua della doccia e dei sanitari, puoi optare per caldaie in versione istantanea.

Se le tue esigenze di ACS sono particolarmente elevate e vuoi goderti una doccia calda un po' più lunga del solito, ti consigliamo di scegliere caldaie a condensazione per interno con bollitore integratoLa caldaia a condensazione Vitodens 222-W, ad esempio, è dotata di un bollitore in acciaio inossidabile integrato nel corpo caldaia con una capacità di 46 litri. La resa d’acqua calda generata da questo apparecchio è paragonabile a quella di un bollitore separato da 150 litri. Questo perché nel sistema di carico bollitore l’acqua circola continuamente all’interno dello scambiatore istantaneo, sempre alla temperatura desiderata, ed è quindi disponibile subito quando viene richiesta.

In alternativa, puoi sempre scegliere di integrare la caldaia a condensazione con un sistema di pannelli solari termici e sfruttare l’energia del sole per produrre acqua calda sanitaria.

Caldaia a condensazione per interno: caratteristiche TOP

In fase di scelta, assicurati che la caldaia a condensazione che stai per acquistare sia:

  • Realizzata con materiali e tecnologie all’avanguardia, come il controllo automatico della combustione e lo scambiatore in acciaio inox
  • Con un rendimento elevato, per assicurarti un vero risparmio in bolletta
  • Silenziosa, per non disturbare la tranquillità di chi vive in casa
  • Compatta e discreta, adatta per essere installata in qualsiasi ambiente, anche dove c’è poco spazio
  • Dotata di display touchscreen per gestire con comodità tutte le funzioni e visualizzare in tempo reale lo stato dell’impianto e applicazioni per il controllo a distanza con smartphone e tablet, come l'App ViCare di Viessmann

Ora che hai le idee più chiare sei pronto a scegliere il tuo modello di caldaia a condensazione per interno adatto alle tue specifiche esigenze e sfruttare le detrazioni fiscali valevoli per quest'anno.

Chi acquista una caldaia a condensazione entro il 31 dicembre 2018, infatti, può beneficiare di un rimborso che può arrivare fino al 65% della somma spesa. Scopri chi può richiederlo e quali caratteristiche deve avere il nuovo generatore. Scarica subito la nostra Guida alle Detrazioni Fiscali – edizione 2018.

SCARICA LA GUIDA DETRAZIONI 2018 

Categorie: Caldaie a Condensazione

Sergio Cucchiara

Scritto da Sergio Cucchiara

Esperto in caldaie e impianti solari termici, è tecnico e formatore dell'Accademia Viessmann Italia rivolta a tutte le figure professionali del settore termotecnico, con corsi specifici sulle tecnologie di caldaie murali e a basamento, pompe di calore e criteri di installazione degli impianti solari termici per un ottimale utilizzo dell’energia solare.