Costo impianto fotovoltaico e soluzioni per risparmiare

Con l'installazione dei pannelli fotovoltaici sul tetto di casa sei tu a produrre, in completa autonomia, l'energia necessaria per far funzionare luci ed elettrodomestici. Ciò significa limitare la dipendenza dal Gestore e, di conseguenza, abbassare le bollette, riducendo allo stesso tempo le emissioni di CO2. Un impianto fotovoltaico è una soluzione molto conveniente, per te e per l'ambiente: ma quanto costa? Vediamo insieme quali fattori incidono sul costo e come è possibile ammortizzare velocemente l'investimento.

Costo impianto fotovoltaico: da cosa dipende?

Stanco di pagare bollette sempre più salate? Se stai valutando la possibilità di acquistare un impianto fotovoltaico per ridurre i costi dell'energia elettrica, e magari hai già in mano dei preventivi, ti sarai accorto che non esiste un prezzo standard, uguale per tutti. Per assicurarti il massimo risparmio l'impianto deve essere progettato e dimensionato in base alle caratteristiche dell'abitazione e alle tue specifiche esigenze.

A determinare il prezzo è, prima di tutto, la potenza dell'impianto che, a sua volta, dipende dal numero e dalla tipologia di pannelli installati. Per scegliere i pannelli più adatti a te devi considerare le caratteristiche del tetto (esposizione, inclinazione, tipologia di copertura e spazio a disposizione) e assicurarti che i moduli siano performanti e realizzati con materiali di qualità, cioè fatti per durare a lungo e garantiti. A questo elemento se ne aggiunge un altro, che gioca un ruolo determinante: la predisposizione di una batteria d'acculo elettrico.

Il costo dei pannelli fotovoltaici si è notevolmente abbassato negli ultimi anni, ma questo non è andato a discapito del livello tecnologico che, nei migliori pannelli fotovoltaici, rimane sempre elevato.

Ecco altri fattori che incidono nel preventivo di un impianto fotovoltaico:

  • La zona climatica in cui vivi: la quantità di energia che un impianto riesce a produrre è diversa al Nord rispetto al Sud.

  • L'esposizione dell'abitazione: una casa esposta a Sud riesce a catturare molta energia solare, da convertire in elettricità. Diversamente, se il tuo tetto è esposto a Nord e quindi poco illuminato dai raggi del Sole, dovrai optare per moduli fotovoltaici particolari, capaci di lavorare bene anche in condizioni di scarsa esposizione.

  • La composizione del nucleo familiare: una famiglia di 2 persone ha esigenze energetiche diverse rispetto a una genitori con 3 o 4 figli. Di conseguenza il numero di pannelli necessari per sopperire al tuo fabbisogno deve essere rapportato a quelle che sono le reali necessità della famiglia. 

  • Le abitudini di consumo, presenti e future: per calcolare la taglia giusta per il tuo impianto fotovoltaico tieni conto anche del numero di elettrodomestici presenti in casa e dell'uso che ne viene fatto. Se, ad esempio, siete in tanti in famiglia ma trascorrete la maggior parte del giorno fuori casa sarà fondamentale optare per un impianto fotovoltaico con accumulo, in grado di assicurarti una scorta di energia elettrica da utilizzare quando il sole oramai non c'è più, cioè la sera o la mattina presto. In fase di preventivo considera anche quali potrebbero essere le esigenze future della tua famiglia: hai in programma di acquistare un'auto elettrica? Con il fotovoltaico potresti fare il pieno gratis alla tua vettura, lasciandola parcheggiata comodamente in garage, semplicemente collegando il tuo impianto fotovoltaico a una colonnina di ricarica, così da sfruttare l’energia autoprodotta.

NB: I fattori riportati incidono direttamente sulla taglia/potenza dell'impianto di cui si necessità, con valutazione accumulo a seconda delle abitudini, quindi autoconsumo previsto.

 

I pannelli fotovoltaici producono elettricità, che puoi usare per l'impianto di illuminazione domestico, il forno, la lavastoviglie e la televisione. Hai mai pensato di sfruttare questa energia anche per riscaldare o raffrescare la tua casa? Collegando i moduli a una pompa di calore puoi migliorare il comfort in casa e abbassare al contempo le spese del gas. Scopri di più in questo articolo dove parliamo di riscaldamento con fotovoltaico.

Infine, un altro aspetto che può influenzare il prezzo impianto fotovoltaico è la possibilità di usufruire dell'installazione chiavi in mano. Affidarsi a un'azienda specializzata, che fornisce impianti completi con tutti i componenti coperti da garanzia e certificazioni, è un valore aggiunto non indifferente. E molto spesso si rivela anche più conveniente. Se acquisti solo i moduli devi poi provvedere da solo all'installazione (operazione vivamente sconsigliata) o rivolgerti a un installatore esterno, che potrebbe avere tariffe orarie molto elevate. 

Con le detrazioni fiscali abbassi il prezzo del fotovoltaico

Adesso che hai le idee più chiare su quali aspetti vanno a definire il costo impianto fotovoltaico, puoi scegliere con più oculatezza il preventivo in linea con le tue esigenze. Qualsiasi sia la cifra riportata in calce, non farti spaventare dal prezzo: grazie alle detrazioni fiscali puoi dimezzare l'investimento e recuperare in 10 anni la metà dei soldi spesi.

Il Bonus Ristrutturazioni, prolungato fino al 31 dicembre 2019, ti permette di beneficiare della detrazione IRPEF del 50% se decidi di installare il fotovoltaico sul tetto di casa. Per accedere all'incentivo devi:

  • Pagare l'impianto con bonifico bancario o postale parlante
  • Inserire nella causale del pagamento il riferimento ai lavori di edilizia e ristrutturazione energetica assoggettabili a detrazione, il codice fiscale del committente (lo stesso a cui saranno intestate le fatture) e la partita IVA e/o il codice fiscale della ditta che esegue i lavori
  • Inviare all'Enea, una volta completata l'installazione, alcuni dati relativi alla tipologia di intervento effettuato. Leggi qui la procedura completa. 

E con l'IVA agevolata il risparmio aumenta ancora, perché invece dell'imposta al 22% hai l'IVA al 10% su tutti i componenti e sulla manodopera.

Fotovoltaico: due esempi di risparmio

ESEMPIO 1

Prendiamo il caso di un'abitazione privata di circa 100 mq in provincia di Verona, dove vive una famiglia composta da 3 persone. Per soddisfare il fabbisogno elettrico annuo di 3.300 kWh la famiglia spende circa 700 euro all'anno. Per ridurre i costi energetici decide di installare il fotovoltaico sul tetto e opta per un impianto da 3 kWp composto da 10 moduli Vitovolt 300 che occupano circa 20 mq.

Un impianto di questo tipo ha un costo di circa 6.000 € che, grazie alle detrazioni fiscali del 50%, scende a 3.000 €.

Poiché i membri della famiglia trascorrono in casa solo le ore serali, l'installatore qualificato Partner per l'Efficienza Energetica consiglia loro di abbinare ai pannelli fotovoltaici un sistema di accumulo composto da batterie al litio da 3,3 kWh di capacità, per immagazzinare l'energia prodotta durante il giorno e sfruttarla di sera e di notte, per far funzionare luci ed elettrodomestici. 

Il costo impianto fotovoltaico così strutturato (pannelli + batterie di accumulo) è di circa 9.300 € (iva inclusa).

Anche in questo caso con le detrazioni la famiglia riesce a recuperare in 10 anni la metà dell'investimento fatto. La convenienza, però, non è data solo dalle agevolazioni fiscali, ma soprattutto dal risparmio in bolletta. Un sistema fotovoltaico con accumulo come questo permette di sfruttare il 50-60% di energia auto-prodotta per il fabbisogno energetico della casa e di immettere in rete il restante 40-50%, che viene valorizzato con il meccanismo dello "scambio sul posto", con il quale la famiglia ottiene un rimborso per l'energia prodotta in surplus e immessa in rete.

Per la famiglia ciò significa un notevole abbassamento dei costi mensili per l'elettricità. E per l'ambiente si traduce in minori quantità di anidride carbonica liberate nell'atmosfera.

ESEMPIO 2

Il secondo esempio riguarda una famiglia di 4 persone che vive in una casa di proprietà, in Lazio. L'edificio di 150 mq ha un tetto a falde esposto a sud-est con una superficie disponibile di 35-40 mq circa. Su questo spazio è possibile installare 15 pannelli fotovoltaici Vitovolt 300 da 300 Wp ciascuno, generando così 4,5 kWp di potenza complessiva, necessaria alla famiglia per coprire il suo fabbisogno energetico che è di circa 4.700/5.000 kWh.

Il costo dei pannelli fotovoltaici e dei vari componenti che formano l'impianto si aggira sui 8.000-8.500 €. Se a questi abbiniamo delle batterie al litio con capacità di 10 kWh - che rientrano comunque nel Bonus Ristrutturazioni e beneficiano della detrazione del 50% - il totale del preventivo impianto fotovoltaico si alza di un po', ma aumenta di conseguenza anche la quota di autoconsumo che la famiglia riesce a sfruttare. Con l'accumulo fotovoltaico l'80-85% dell'elettricità generata dai moduli viene utilizzata in casa, limitando così il prelievo dalla Rete Pubblica (che viene comunque compensato dall'immissione di energia auto-prodotta) e abbassando di conseguenza le bollette.

Gran parte dei 900-1.000 € che la famiglia spendeva prima di installare l'impianto fotovoltaico può, quindi, essere utilizzato per coprire altre voci del bilancio familiare.

Cosa aspetti? Inizia subito a risparmiare: il primo passo è parlare con noi delle esigenze della tua famiglia.

Check Up Energetico Gratuito

Scritto da: Francesco Zaramella

Francesco Zaramella

Esperto di fotovoltaico e sistemi per gestione intelligente dell'energia, è responsabile sviluppo prodotto presso Nuove Energie, società del gruppo Viessmann che si occupa dello sviluppo di compentenze in ambito elettrico. Promuove dal 2005 anche corsi di formazione dedicati ai soggetti che si occupano di energie rinnovabili e nuovi sistemi di interfaccia tra mondo elettrico e mondo termico.

Potrebbe interessarti anche

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Leggi l'articolo

Come Regolare al Meglio il Proprio Impianto a Pavimento

Leggi l'articolo

Sostituzione caldaia: le 6 verità nascoste, da chi?

Leggi l'articolo
Pompa di Calore Aria Acqua: Cose che Nessuno ti Dirà Mai

Pompa di Calore Aria Acqua: Cose che Nessuno ti Dirà Mai

Leggi l'articolo