Funzionamento pannello solare termico: cosa sapere?

[fa icon="calendar"] 08 febbraio 2016 - 11:30 / da Mauro Braga

Mauro Braga

funzionamento_pannello_solare_termico.png

I pannelli solari termici, come suggerisce il nome, sfruttano il calore del sole per la produzione di acqua calda senza alcun aiuto di luce e gas. La stagione ideale per ottenere la massima resa da questo sistema è l’estate perché la temperatura dell’acqua può raggiungere temperature fino ai 70°, ben al di sopra dei 40-45° che di norma si utilizzano per una doccia. 

Prima di capire il funzionamento del pannello solare termico, è necessario fare una distinzione tra pannelli solari termici e pannelli fotovoltaici che hanno funzionamenti completamente diversi:

Il pannello fotovoltaico: cattura l’energia del sole per produrre energia elettrica utile per l’illuminazione e per gli elettrodomestici.

Il pannello solare termico: cattura l’energia del sole per produrre acqua calda e per il riscaldamento.

Tra i vari modelli di pannello solare termico ti è utile sapere che i pannelli solari termici piani, come quelli Viessmann, ti permettono di ridurre in modo notevole il fabbisogno di energia per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria e per l’intero impianto di riscaldamento.

La mossa più furba per chi sceglie un pannello solare termico è l’abbinamento con una caldaia a condensazione perché ti permettono di risparmiare  oltre 1/3 sui costi dell’energia annuali.


Da cosa è composto un sistema con pannelli solari termici?

  • Uno o più pannelli che catturano l'energia del sole
  • Il serbatoio di accumulo dell’acqua calda
  • Una pompa per la circolazione dell’acqua
  • Una caldaia a condensazione

solare_termico.png

 

L’aspetto interno di un pannello solare termico è questo:

Vitosol-200-F-Schnitt.png 

  • Telaio continuo in alluminio con profilo speciale, disponibile in tutte le tonalità RAL
  • Robusto vetro solare altamente trasparente
  • Assorbitore con sviluppo a meandro
  • Isolamento termico altamente efficiente

 

Funzionamento pannello solare termico: naturale o a circolazione forzata?

Possiamo suddividere i pannelli solari termici in due categorie d’impianto, basandoci sul metodo di circolazione dell’acqua dal serbatoio al rubinetto di casa:

  1. Impianti a Circolazione Forzata: il pannello è separato dal serbatoio, che di solito viene posizionato nel sottotetto o nel locale caldaia, ed il liquido all’interno del circuito primario è spinto da una pompa, che a sua volta è regolata da una centralina e che oltre a questo tiene monitorata la temperatura dei pannelli e dell’acqua nel serbatoio.
  1. Impianti a Circolazione Naturale: monoblocchi a circuito chiuso che non necessitano di alcuna pompa. Sono formati da un collettore solare esposto al sole al cui interno si scalda l’acqua e sale per convezione verso il serbatoio che si trova in alto, e da lì ha accesso al circuito interno alla casa.


Oltre alla funzionamento, scopri qual è il risparmio!

C’è un notevole risparmio per chi acquista un pannello solare termico entro quest’anno perché, anche per il 2016, sono state confermate le detrazioni fiscali al 50% per le ristrutturazione e al 65% per l’efficienza energetica. Vuoi avere maggiori informazioni sulle caratteristiche e sui prezzi del solare termico?
Richiedi la consulenza gratuita di un nostro professionista termoidraulico!

Vuoi saperne di più? scarica la guida gratuita in cui ti spieghiamo come risparmiare con il riscaldamento efficiente. All’interno troverai un capitolo intero dedicato al solare termico in cui ti spieghiamo quanto puoi risparmiare. Non perdere questa occasione, clicca qui sotto per scaricare la guida.

 

GUIDA Come risparmiare in casa riscaldamento efficiente

Categorie: Solare Termico

Mauro Braga

Scritto da Mauro Braga

Esperto in efficienza energetica, funzionamento di caldaie, cogeneratori, normative e incentivi statali. Dopo essersi diplomato come perito tecnico industriale a Torino, ha dedicato tutta la sua carriera lavorativa nel settore del risparmio energetico operando presso aziende produttive e di gestione del calore, particolarmente attento all’evoluzione delle fonti rinnovabili e al rispetto per l’ambiente.