2 maggio 2022  |  a cura di Alberto Zardini  |  condividi con

Risparmiare gas è facile: i migliori dieci consigli

2 maggio 2022
Caldaie a Condensazione, Risparmio ed Efficienza energetica

Sapere come risparmiare sul gas significa ridurre le spese e migliorare il proprio impatto sull’ambiente.

Gran parte delle famiglie italiane si riscalda e produce acqua calda con il gas. Le centrali termiche tipiche dei condomini sono altrettanto diffuse quanto i piccoli apparecchi a parete (es. caldaie murali), che sono diventati sempre più diffusi soprattutto negli ultimi anni perché permettono un gran risparmio di spazio, sempre più importante nelle case moderne. Se pensi che il 90% del consumo di gas naturale di una famiglia è legato al riscaldamento e alla produzione dell'acqua sanitaria, puoi capire quanto sia importante considerare come sia importante ridurre i suoi consumi (e il potenziale risparmio generato). Ecco dieci semplici suggerimenti che ti condividiamo per risparmiare gas e, di conseguenza, denaro. Allo stesso tempo aiuti anche l'ambiente perché utilizzi meno risorse preziose.

Closeup of burning gas on the kitchen gas stove

Indice:
1. Risparmia gas ottimizzando l’impianto il riscaldamento
2. Consigli per la cucina e il bagno
3. Un corretto ricambio d’aria aiuta a risparmiare gas
4. Risparmia gas con la corretta coibentazione

L’impianto di riscaldamento

Il riscaldamento rappresenta il 75% del consumo di gas nelle famiglie italiane. Ciò significa che se vuoi risparmiare sul combustibile fossile, il primo “bullone” che va stretto è proprio quello del sistema di riscaldamento. Ma questo non significa che devi spegnere tutto.

Qual è il miglior sistema di riscaldamento per la tua casa? > Leggi l'approfondimento

 

Piggy bank and stethoscope resting on pile of dollars on white background

Consiglio 1: meno è meglio. Imposta correttamente il termostato del tuo impianto di riscaldamento

Innanzitutto è importante impostare il termostato in modo da non sprecare calore prezioso. Perché in stanze come il disimpegno, la camera da letto o lo studio, non è necessario che ci siano 21°C tutto il giorno. Per impostare la corretta temperatura puoi utilizzare come guisa i seguenti valori:
Soggiorno: da 20 a 21°C
Camera da letto: da 16°C a 19°C
Cucina: da 18°C a 20°C
Bagno: da 20 a 21°C
Corridoio: da 16°C a 19°C

Questi valori sono indicativi e sul termostato sono rappresentati da livelli.

Sai cos'é la termoregolazione climatica? Ecco come funziona e i suoi vantaggi. > Leggi l'approfondimento

Dovresti anche evitare di effettuare continue “accensioni e spegnimenti” dell’impianto per evitare sprechi. Ha più senso abbassare il riscaldamento quando non sei in casa o quando si aprono le finestre per arieggiare le stanze. Perché se la temperatura nelle stanze si abbassa troppo, ci vuole molto più tempo per riportare nuovamente i valori a quanto desiderato (quindi si consuma molto più gas).

Quanta energia consumiamo? Esiste un Portale dedicato che ci fornisce la risposta. > Leggi l'approfondimento

Caldaia-a-condensazione-Vitodens100E-Viessmann-thumb

Consiglio 2: risparmia gas con una manutenzione regolare

Per risparmiare gas è inevitabile la manutenzione dell'impianto da parte di un Centro Assistenza abilitato. Un controllo periodico dell’impianto consente di individuare errori nella gestione o eventuali componenti difettosi. In questi casi l’installatore qualificato può apportare correzioni o sostituire il componente immediatamente. La verifica annuale della caldaia, ti assicura il corretto funzionamento del generatore, l'adeguata combustione del bruciatore e la certezza di non sprecare gas.

I controlli sulla caldaia sono previsti dalla normativa e garantiscono che il sistema funzioni al meglio e sia più green. Solo con un servizio di assistenza abilitato hai la garanzia dei risultati. > Leggi l'approfondimento

New call-to-action

Consiglio 3: fai sfiatare i termosifoni

Non solo il professionista può intervenire sull’impianto. In alcuni casi puoi essere anche tu direttamente a dare una mano. Ad esempio, facendo sfiatare i radiatori o termosifoni per eliminare l’eventuale presenza d’aria, soprattutto prima dell’inizio della stagione fredda. Perché dopo i mesi di “fermo” in cui l’impianto non è stato utilizzato, l'aria può accumularsi nei terminali. Di conseguenza, l'acqua non circola più in modo ottimale e non può più essere distribuita in modo uniforme nell’impianto. Segnali della presenza di bolle d’aria solo i classici “gorgoglii” che puoi sentire con la caldaia in funzione.

Termosifone freddo? Ecco cosa fare! > Leggi l'approfondimento

Consiglio 4: lascia liberi i radiatori e non “coprirli”

Per evitare che il calore non si diffonda nell’ambiente è importante non “ostruire” i radiatori, coprendoli ad esempio con arredi, mobili, oggetti, ecc. Lo stesso vale anche per il termostato che percepisce il livello di temperatura nella stanza. Inoltre, è importante assicurarsi che i terminali non si impolverino eccessivamente, proprio per evitare un effetto “maschera”. All’inizio della stagione del riscaldamento (se non fatto abitualmente) è consigliabile ripulire e spolverare tutti i radiatori/termosifoni.

Mid section of waiter cleaning bar counter

Risparmia gas in cucina e bagno

Spesso puoi ottenere una bella fetta di risparmio agendo lavorando su cucina e bagno. Abitualmente una caldaia a gas, oltre che fungere per il riscaldamento, si occupa anche di produrre acqua calda per le esigenze sanitarie (doccia, rubinetti, ecc.). L’acqua calda per la doccia, il bagno o per lavare i piatti può incidere molto se non segui alcuni consigli per contenerne i consumi.

L’acqua calda sanitaria e quella di riscaldamento vanno impostate all’interno di un preciso intervallo di temperature, per garantire il comfort e il risparmio energetico. > Leggi l'approfondimento

Consiglio 5: risparmia gas con alcuni consigli di cottura

La cottura e il riscaldamento dei cibi consumano molta energia, ma con piccoli accorgimenti puoi risparmiare una notevole quantità di gas:

  • Disponipentole e padelle sulle piastre/fuochi appositi
  • Usa i coperchi sulle pentole
  • Cuoci gli alimenti utilizzando meno acqua possibile, idealmente con una pentola a vapore
  • Collega la lavastoviglie al tubo dell'acqua calda

Conosci la tecnologia del solare termico? E' uno dei mezzi più convenienti per contrastare l’attuale aumento dei prezzi dell’energia per famiglie e imprese > Leggi l'approfondimento

Empty asphalt road and sun rising at skyline

Consiglio 6: Preferisci la doccia alla vasca

Il risparmio di gas è importante ed essenziale anche in bagno. La regola qui è: fai la doccia invece del bagno in vasca. Perché la quantità di acqua utilizzata per un bagno completo, in media, è sufficiente per fare 3 volte la doccia. Ciò non solo consente di risparmiare energia (quindi gas), ma anche di ridurre i consumi di acqua. Inoltre, sempre parlando di doccia, hai la possibilità di risparmiare gas se sostituisci il vecchio soffione con uno a risparmio energetico.
Ma non solo. Molti piccoli gesti e abitudini quotidiano, come lavarsi le mani o radersi, possono essere eseguiti utilizzando solo sapone e acqua fredda.

New call-to-action

Arieggiare correttamente le stanze

Può sembrare contraddittorio con quanto detto in precedenza, ma se si attua il giusto comportamento di ricambio dell’aria in casa hai la possibilità di risparmiare gas, a patto di non commettere “errori” quando si tratta di arieggiare la stanza. Di seguito abbiamo raccolto alcuni suggerimenti per fa sì che il prezioso calore generato non venga fatto uscire dalle finestre.

Clima più sano e confortevole, risparmiando energia. Tutti i vantaggi del ricambio aria con la Ventilazione Meccanica Controllata. > Leggi l'approfondimento

Consiglio 7: sistema di ventilazione meccanica controllata invece di una finestra a vasistas

In particolare nei mesi più freddi, è importante non lasciare le finestre aperte per lunghi periodi di tempo. Questo per non perdere tutto il calore faticosamente (anche dal lato economico) generato. Molto più efficace è il ricambio d’aria alcuni minuti più volte al giorno. Questo semplice (e gratuito) gesto permette di non far uscire il calore della stanza. Se, invece, si lasciano le finestre aperte tutto il giorno, l'impianto di riscaldamento ha bisogno di consumare molto più gas per riscaldare nuovamente gli ambienti.

Il ricambio d’aria, oltre che manuale, può essere fatto anche in maniera automatica attraverso un sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC) che consente di recuperare fino al 95% del calore prima di espellere l’aria.

Guida alla ventilazione meccanica controllata > Clicca qui

Questo calore viene utilizzato per preriscaldare l’aria nuova in entrata, a tutto vantaggio del risparmio energetico.
Lo stesso processo, invertito, può avvenire anche nei mesi estivi, dove anziché essere riscaldata, l’aria entra fresca e pulita.

ricambio-aria-stagione

Consiglio 8: chiudi le porte

Allo stesso modo, puoi risparmiare gas in casa mantenendo le porte chiuse. Soprattutto se la differenza di temperatura tra le stanze è grande (es. zona giorno – zona notte).

Risparmia gas con la giusta coibentazione

Le correnti d'aria non sono solo fastidiose per la salute (es. raffreddore o dolori muscolari), ma comportano anche un maggiore consumo di energia, poiché il calore viene costantemente disperso. Per risparmiare gas è opportuno risalire alle cause.

Guida Gratuita Come Ristrutturare Casa

Consiglio 9: isolare i tubi dell’impianto di riscaldamento

In particolare dove l'acqua calda per il riscaldamento deve percorrere una distanza relativamente lunga dalla caldaia ai terminali, possedere tubi ben isolati è uno degli alleati migliori per il risparmio, proprio perché si perde lungo il tragitto la minor quantità di calore. Lo stesso vale se l'impianto di riscaldamento fornisce anche l’acqua calda sanitaria.

Consiglio 10: isolare finestre e porte

La perdita di energia (calore) attraverso gli infissi (finestre e porte), soprattutto se datati e inefficienti, è particolarmente insidiosa quanto l’obiettivo è il risparmio di gas. Perché non importa quanto i cerchi di essere bravo nei tuoi consumi, contenendoli, ma se il prezioso calore fuoriesce attraverso piccole fessure in porte e finestre tutto il tuo lavoro è reso vano. In questo caso spesso, se non è possibile la sostituzione, vengono in tuo aiuto cover, nastri sigillanti o paraspifferi.

New call-to-action

Lascia un commento

È stato interessante?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nuovi articoli