Pompa di calore: costo, agevolazioni, vantaggi

La pompa di calore, sia essa ad aria, acqua o geotermica, rappresenta un modo efficiente ed eco-compatibile per riscaldare e raffrescare la casa. Se vuoi ridurre le bollette del riscaldamento e dare il tuo contributo all'ambiente, scegliere di installare questo tipo di generatore può rivelarsi molto vantaggioso. E non è tutto! Sia che tu debba realizzare un nuovo sistema di riscaldamento o procedere con una riqualificazione energetica, puoi approfittare di una serie di agevolazioni fiscali per abbassare il costo della pompa di calore, rendendo questa scelta ancora più conveniente.

La pompa di calore sfrutta una fonte energetica rinnovabile e gratuita per riscaldare, raffrescare e produrre acqua calda sanitaria per la tua abitazione. Ciò consente un notevole risparmio sui consumi e sui costi energetici, che possiamo quantificare con una percentuale che va dal 40% al 60% rispetto ai costi di gestione di una caldaia "classica" alimentata a combustibile fossile. Ma quanto costa acquistarne una?

Pompa di calore: da cosa dipendono i prezzi?

Le pompe di calore si differenziano tra loro principalmente per la fonte di energia ambientale utilizzata.

Ci sono modelli che prelevano il calore da trasferire all'interno direttamente dall'aria esterna, altri dall'acqua di falda e altri ancora direttamente dal sottosuolo (queste pompe vengono dette geotermiche).

Optare per l'una o per l'altra tipologia dipende dalle caratteristiche della zona in cui vivi e comporta, di conseguenza, uno studio preliminare degli spazi e delle fonti energetiche a disposizione, oltre che una valutazione accurata dell'investimento.

Una pompa di calore aria-acqua rappresenta la più classica alternativa ai sistemi di riscaldamento tradizionali. Questa tecnologia non richiede quasi nessun componente aggiuntivo. Al contrario, ad esempio, una pompa di calore ad acqua necessita della realizzazione di pozzetti e fori per le sonde attraverso i quali l'acqua di falda viene convogliata al generatore e successivamente riportata nel terreno. Solo per questi interventi il costo indicativo può aggirarsi intorno ai 5.000-6.000 euro.

Anche la destinazione d'uso del generatore può incidere sui costi finali. Ci sono pompe di calore che servono solo per riscaldare casa, altre invece sono reversibili e possono funzionare anche per raffrescarla in estate. Allo stesso modo, se hai bisogno di un generatore per produrre solo acqua calda sanitaria, esistono pompe di calore in grado di soddisfare anche questa specifica necessità.

Ci sono poi altri fattori che contribuiscono a definire il prezzo della pompa di calore.

  • Classe energetica: più è elevata, più alto sarà il risparmio sui consumi che riuscirai a ottenere. Attualmente i generatori più efficienti sono quelli che rientrano nella classe A++. Da settembre 2019, invece, entrerà in vigore la nuova classificazione energetiche che raggiungerà il valore di A+++. Di questa categoria fanno già parte Vitocal 200-S e Vitocal 222-S di Viessmann. Vuoi sapere come fare a identificarli? Ecco come leggere la nuova etichetta energetica

  • Efficienza e rendimento: la pompa di calore è un sistema a elevato risparmio energetico, perché l'energia elettrica che consuma per funzionare è decisamente inferiore rispetto al calore che produce. Per assicurarti di acquistare un modello efficiente devi controllare i valori di COP (Coefficient of Performance), che nelle migliori pompe di calore sono compresi tra 3 e 6. Ciò significa che per ogni kWh elettrico consumato vengono prodotti 3-6 kWh di energia termica.

  • Silenziosità: per ottenere il massimo comfort domestico, anche dal punto di vista acustico, meglio optare per pompe di calore con componenti di qualità e materiali fonoassorbenti capaci di ottimizzare e ridurre le vibrazioni mentre la pompa è in funzione. La serie 200 delle pompe di calore Viessmann, ad esempio, è caratterizzata dalle nuove unità esterne, progettate e costruite secondo il concetto di Advanced Acustic Design (AAD) e che si caratterizzano per un funzionamento particolarmente silenzioso, che le colloca al vertice della categoria (35 dBA a soli 3 metri di distanza), e per un aumento dei valori di efficienza (COP fino a 5,1 con A7/W35).

  • Gestione intelligente: le migliori pompe di calore sono inoltre dotate di un sistema di gestione a distanza, che ti permette di attivare/disattivare/monitorare il generatore direttamente dallo smartphone

Pompe di calore e costi di esercizio

Parlando di costi, un ulteriore elemento che è opportuno nominare è quello legato ai costi di esercizioLe pompe di calore consumano elettricità e la quota consumata dipende dalle dimensioni del generatore e dall'ammontare del suo utilizzo.

Per rendere la pompa di calore non solo una tecnologia rinnovabile ed efficiente, ma anche conveniente nell'utilizzo, è fondamentale scegliere la corretta tariffa elettrica per contenere i costi di gestione. Quindi, è indispensabile orientarsi su tariffe appropriate, come ad esempio la tariffa denominata TD (Tariffa Domestica), volta a tutelare le utenze domestiche in cui è presente un sistema di riscaldamento in pompa di calore. 

Questa permette, a differenza delle tariffe sul libero mercato che spesso propongono costi variabili in base all'energia consumata, di risparmiare centinaia di euro all'anno!

Isolamento termico

Per individuare il modello più adatto a te è necessario valutare tanti aspetti, comprese la dimensione e le caratteristiche della casa. La potenza del generatore, infatti, dipende dagli spazi che devi riscaldare. E un ruolo chiave lo gioca anche il grado di isolamento termico dell'edificio.

Le pompe di calore sono molto più efficienti se la tua casa ha un buon livello di coibentazione, così da mantenere il calore prodotto dal generatore, senza disperderlo all'esterno. 

Se abiti in un edificio datato potresti dover migliorare l'attuale livello di coibentazione domestica per assicurarti che la pompa di calore possa lavorare al meglio, garantendo il giusto grado di comfort, senza sprechi. 

L'isolamento termico può fare una grande differenza per l'efficacia della tua pompa di calore. Una casa ben isolata richiede 1 kW di calore ogni 25 m2, mentre una casa con scarso isolamento riscalda solo 10m2 per kW di calore. In pratica, un edificio con livello di coibentazione basso potrebbe richiedere due volte e mezzo più energia. E ciò significa più elettricità e, di conseguenza, più consumi energetici.

Per ottenere il massimo dalla tua pompa di calore controlla e verifica il livello di isolamento del tuo edificio, se è o meno previsto un cappotto esterno, se le finestre sono a doppi vetri e la qualità dei serramenti.

Prezzo pompa di calore: come abbassarlo con le agevolazioni

Per una casa monofamiliare il costo di una pompa di calore aria-acqua può avere un costo di prodotto che va dai 5.000 ai 10.000 euro circa. A questo devi poi aggiungere la manodopera connessa con la realizzazione del nuovo impianto. Tutte queste voci di costo, però,  possono essere ridotte sensibilmente grazie alle agevolazione previste dallo Stato:

  • Detrazione fiscale 65% o Ecobonus per interventi di riqualificazione energetica
  • Detrazione fiscale 50% per ristrutturazione edilizia
  • Conto Termico, che prevede un rimborso direttamente sul conto corrente in 2 o 5 anni

Leggi il nostro speciale dedicato alle detrazioni per la pompa di calore: tutto quello che era previsto per il 2018 è stato rinnovato fino al 31 dicembre 2019. 

Inoltre, integrando nell'impianto altre tecnologie efficienti e sostenibili, come i pannelli fotovoltaici, puoi aumentare ulteriormente la percentuale di risparmio. In base alle caratteristiche strutturali e all'efficienza energetica dell'edificio, collegando pompa di calore e pannelli fotovoltaici puoi ridurre il prelievo di energia dalle rete pubblica dal 20 al 70%. Ciò significa che fino al 70% dell'energia elettrica richiesta dalla pompa di calore può essere autoprodotta con il fotovoltaico, limitando così i costi in bolletta. E se ci aggiungi anche un sistema di accumulo elettrico la quota di autoconsumo aumenta ancora, arrivando fino al 90%.

Scopri come azzerare la bolletta collegando pompa di calore, riscaldamento a pavimento e pannelli solari.

Per scegliere il sistema di riscaldamento più efficiente devi considerare tutte le opzioni disponibili, valutare la convenienza rispetto al tuo impianto attuale e gli eventuali miglioramenti da apportare all'edificio per ottenere il massimo dal generatore.

Per aiutarti a fare la scelta giusta per te e la tua famiglia, abbiamo realizzato questa guida sulla pompa di calore. Clicca qui sotto per riceverla subito gratis.

New call-to-action

Scritto da: Giovanni Finarelli

Giovanni Finarelli

Dopo una laurea in Ingegneria Meccanica, è diventato relatore per l'Accademia Viessmann specializzato nella meccanica degli impianti. Ai suoi corsi forma ogni anno esperti termoidraulici di tutta Italia sulle nuove tecnologie del riscaldamento, sulle energie rinnovabili, sulla progettazione e sull’installazione di impianti di pompe di calore.

Potrebbe interessarti anche

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Temperatura acqua calda sanitaria: a quanto impostarla?

Leggi l'articolo

Come Regolare al Meglio il Proprio Impianto a Pavimento

Leggi l'articolo

Sostituzione caldaia: le 6 verità nascoste, da chi?

Leggi l'articolo
Pompa di Calore Aria Acqua: Cose che Nessuno ti Dirà Mai

Pompa di Calore Aria Acqua: Cose che Nessuno ti Dirà Mai

Leggi l'articolo