Pompa di calore: guida completa alla scelta

01
POMPA DI CALORE

Introduzione

La pompa di calore è sì un sistema di riscaldamento, ma anche una tecnologia che può essere applicata a prodotti diversi. Quando si parla di pompa di calore come generatore di calore ci si riferisce a un apparecchio capace di prelevare calore da una fonte energetica naturale (come l‘aria esterna, il terreno o l‘acqua) e trasferirlo a un ambiente, sia per riscaldare sia per raffrescare gli ambienti. Se, poi, la pompa di calore è dotata di bollitore per l’accumulo vuol dire che può anche rifornire il sistema idrico domestico di acqua calda sanitaria.
Dal 1° gennaio 2018 (D.Lgs 28/2011) gli edifici di nuova costruzione e gli immobili sottoposti a riqualificazioni rilevanti (edifici sopra 1000 mq di superficie utile o soggetti a demolizione e ricostruzione) devono soddisfare il 50% del proprio fabbisogno energetico con fonti rinnovabili e sostenibili. In più da giugno 2022 è previsto un nuovo cambiamento. In base al D. Lgs 199/2021 dello scorso novembre, emanato in recepimento della Direttiva europea chiamata RED II (2018/2001/UE), le rinnovabili negli edifici dovranno garantire il 60% del fabbisogno termico (65% nel caso degli edifici pubblici). Ecco perché sempre più persone per la propria casa cercano soluzioni e tecnologie in grado di rispettare la normativa, ma allo stesso tempo anche essere efficienti e di far risparmiare nel tempo.
Una di queste è sicuramente il generatore in pompa di calore, ideale sia per nuovi edifici sia nel caso di interventi di ammodernamento con riqualificazione su abitazioni esistenti.
Le pompe di calore rappresentano un‘ottima soluzione non solo per riscaldare casa e produrre acqua calda per le esigenze sanitarie, ma anche per raffrescarla d‘estate (se reversibile e se l‘impianto di distribuzione lo permette).

02
POMPA DI CALORE

Cos’è una pompa di calore

La pompa di calore è una macchina che preleva calore da una fonte di energia termica disponibile in natura (aria, acqua o sottosuolo), quindi rinnovabile, gratuita e sicura, e lo trasferisce all‘impianto idraulico domestico per riscaldare gli ambienti e produrre acqua calda sanitaria. Per compiere questo lavoro consuma energia elettrica, ma l‘energia prelevata (dalla rete o dall‘impianto fotovoltaico) è di gran lunga inferiore rispetto all‘energia termica restituita per il riscaldamento. Giusto per darti una dimensione, un generatore in pompa di calore ad acqua produce energia termica da 3 a 6 volte superiore i kW elettrici consumati. Ciò significa che per ogni kWh elettrico consumato vengono prodotti 3-6 kWh di energia termica. Ecco perché è un sistema a elevato risparmio energetico.

Rispetto a una più comune caldaia a condensazione, un generatore in pompa di calore consente di raggiungere un risparmio potenziale fino fino al 40%, in più non richiede l'installazione di uno scarico fumi poiché priva di emissioni.

La pompa di calore idronica, se reversibile, può essere utilizzata anche per la climatizzazione estiva. Invertendo il ciclo di funzionamento, il generatore trasferisce all’esterno il calore presente nell’abitazione, migliorando il grado di comfort percepito e rendendo, quindi, superflua l‘installazione di un condizionatore tipo split.

Decidere di installare una pompa di calore ad alta efficienza può rivelarsi davvero vantaggioso, perché ti permette di avere un unico impianto per il riscaldamento e il raffrescamento della tua casa, oltre che per la produzione di acqua calda per uso sanitario. Inoltre, la pompa di calore è una soluzione perfettamente in  linea con le disposizioni del Decreto Rinnovabili e, soprattutto, con il processo di transizione energetica legato al climate change (consulta il Report sul clima Viessmann).

Il tuo obiettivo è ottenere un elevato livello di efficienza energetica? Per sapere quali soluzioni scegliere leggi il nostro approfondimento

 

Nella tecnologia della pompa di calore Viessmann è pioniere e nella sede tedesca di Allendorf progetta, sviluppa e produce una vasta selezione di generatori di assoluta qualità che sfruttano tutte le fonti di calore. Dal 1978 a oggi sono state installate oltre 500.000 pompe di calore Viessmann. 

gamma-pompe-di-calore-Viessmann

Vantaggi di un generatore in pompa di calore

  • Sostenibilità ambientale. Una pompa di calore è in grado di climatizzare gli ambienti e produrre acqua calda sanitaria in maniera sostenibile perché sfrutta una fonte rinnovabile gratuita. Non bruciando fonti fossili, una pompa di calore non emette CO2 né altre sostanze inquinanti
  • Efficienza energetica. Una pompa di calore rende all'impianto molta più energia di quella che consuma, con un’efficienza che varia al variare delle temperature di lavoro 
  • Risparmio. Produrre energia termica utilizzando una fonte rinnovabile gratuita assicura, in linea generale, un risparmio sui costi di riscaldamento. Abbinando alla pompa di calore un impianto fotovoltaico (meglio se con un sistema di accumulo) per la produzione dell’elettricità consumata dall’apparecchio, le bollette possono abbassarsi ai minimi termini
Per approfondire i risparmi ottenibili da un sistema di riscaldamento con pompa di calore abbinata a fotovoltaico, leggi "Bolletta a zero con pompa di calore, pavimento radiante e fotovoltaico"
  • Riscaldamento e raffrescamento. Le pompe di calore reversibili possono essere utilizzate non solo per riscaldare,  ma anche per il raffrescamento estivo degli ambienti. Così si può sfruttare un unico impianto per una duplice funzione, facendo a meno del “classico” condizionatore ad aria
  • Il valore della casa aumenta. Con un sistema di riscaldamento efficiente che introduce l’utilizzo di fonti rinnovabili sale anche la classe energetica dell’abitazione

Casa più efficiente per venderla più facilmente in futuro! > Leggi l'approfondimento

  • Zero canne fumarie. Rispetto a un impianto di tipo tradizionale con caldaia, una pompa di calore non richiede di predisporre una canna fumaria

Richiedi un preventivo gratuito

Affidati sempre e solo a professionisti qualificati, sia per quanto riguarda l’installazione, sia per la preventivazione di un sistema di ventilazione meccanica controllata! Contatta subito l’installatore Partner per l’Efficienza Energetica Viessmann più vicino a te per un sopralluogo e un preventivo gratuiti.

New call-to-action

Risparmiare in casa l'efficienza energetica

Lo sai che circa l'87% delle spese domestiche che sostieni ogni anno è attribuibile al riscaldamento di casa e alla produzione di acqua calda? Scegliere un nuovo impianto di riscaldamento in sostituzione di una vecchia caldaia contente fin da subito di tagliare gli sprechi e ridurre i costi energetici, oltre che le emissioni inquinanti.

In questa guida trovi tutti gli elementi per rendere la tua casa confortevole senza spendere di più sfruttando le tecnologie alternative al gas.
guida-pompa-di-calore

03
POMPA DI CALORE

Come funziona una pompa di calore

Hai presente come funziona un frigorifero? Bene, un generatore in pompa di calore sfrutta lo stesso principio (ciclo di Carnot), solo che all'inverso. Mentre un frigorifero trasferisce il calore dall'interno all'esterno della macchina, le pompe di calore prendono energia dall’aria esterna (o dall'acqua o dal terreno) e la trasferiscono all’interno dell’ambiente domestico attraverso il sistema di riscaldamento ad acqua.

Sia il frigorifero sia la pompa di calore trasmettono l‘energia termica a un refrigerante speciale, che viene fatto evaporare. Il vapore viene compresso, mediante un compressore, per innalzarne la pressione e raggiungere la temperatura necessaria per i diversi sistemi di riscaldamento (pavimento radiante, radiatori, ventilconvettori).

New call-to-action

Ad esempio:

• un sistema di riscaldamento ad alta temperatura con radiatori richiede temperature che solitamente sono compresi tra i 55°C e i 70°C

• un impianto a bassa temperatura (es. sistema radiante a pavimento), al contrario, lavora con una temperatura di circa 30/35°C ed è proprio su questo tipo di impianto che la pompa di calore lavora al massimo della sua efficienza

Tramite uno scambiatore di calore l’energia termica ottenuta viene trasferita all’acqua dell’impianto di riscaldamento per riscaldare le superfici della casa o utilizzata per produrre acqua calda sanitaria (per questo motivo sono chiamate pompe di calore idroniche).

Scopri tutto quello che devi sapere sulle pompe di calore aria-acqua. > Leggi l'approfondimento

Un frigorifero, al contrario, rilascia il calore del refrigerante riscaldato attraverso lo scambiatore di calore direttamente all‘aria nella stanza in cui si trova. Una valvola di laminazione, infine, riduce la temperatura e la pressione del gas, in modo da farlo tornare allo stato liquido. In questo modo il ciclo può poi ricominciare da capo.

Le pompe di calore sono adatte sia per progetti di ammodernamento/riqualificazione sia per nuove costruzioni. Se sei interessato all'installazione di una pompa di calore per la tua casa non perderti l'approfondimento "requisiti, vantaggi e consigli"

Richiedi un preventivo gratuito

Vuoi installare una pompa di calore Vitocal nella tua casa ma non sai qual è la soluzione più adatta alle tue esigenze? Affidati alla competenza e alla professionalità di un installatore Partner per l'Efficienza Energetica Viessmann. Questo tecnico qualificato saprà proporti la soluzione adeguata e realizzerà un impianto a regola d'arte che sfrutti al massimo la tecnologia offerta.

Contatta-installatore-Partner-Viessmann-Vitocal-2021

04
POMPA DI CALORE

Tipologie di pompa di calore

Le pompe di calore utilizzano energia rinnovabile dall'ambiente esterno. Questa energia termica, gratuita e rinnovabile, può essere ottenuta da varie fonti:

  • Aria: disponibile in misura illimitata e con il minor costo di investimento
  • Terreno: tramite sonda geotermica ed estremamente efficiente
  • Acqua: da falda acquifera o fa fiumi, laghi e mare. Ottimo livello di efficienza, anche se bisogna verificare la qualità dell’acqua
  • Calore residuo: soggetto a disponibilità, quantità e livello di temperatura

Aria, terreno, acqua (e calore residuo) sono fonti energetiche primarie praticamente gratuite e che possono essere utilizzate per far funzionare un sistema a pompa di calore in modo efficiente. Non esiste una classifica tra le fonti di energia, ma la migliore per ogni singola applicazione è strettamente dipendente dalle condizioni di installazione e dall'effettiva richiesta di calore.

New call-to-action

Pompa di calore aria-acqua

Questa tecnologia rappresenta il 95% delle soluzioni installate oggi presso le abitazioni in Italia.

Tutto quello che c'è da saper sulle pompe di calore aria-acqua lo trovi nel nostro approfondimento.  > Leggi qui

L‘aria è la fonte di energia più utilizzata perché prevede costi di investimento minori rispetto alle altre tipologie. Il calore, prelevato dall'aria esterna, viene trasferito all'acqua dell’impianto e utilizzato dalla
pompa di calore per portare la casa a una temperatura confortevole e desiderata. Parliamo, in questo caso di pompa di calore aria-acqua. E‘ una soluzione molto conveniente soprattutto in edifici nuovi o dopo interventi di riqualificazione energetica, perché con questa tipologia di generatori il livello di risparmio è elevato e l’investimento si ripaga in pochi anni.

pompa-di-calore-aria-acqua-Vitocal-200S

Non va dimenticata la possibilità di installare la pompa di calore su edifici esistenti anche se non sono stati fatti particolari interventi sull‘involucro. Spesso è sufficiente cambiare i serramenti (al Nord
Italia). Questa valutazione deve essere condotta dal progettista a seguito di un‘analisi complessiva che coinvolge anche la compatibilità dei terminali esistenti.

Utilizzando come fonte di calore l‘aria, è immediato capire come il livello di efficienza della pompa di calore dipende dalle condizioni climatiche e dal livello di umidità:

  • con temperature esterne miti e livelli di umidità bassi il grado di efficienza è maggiore
  • con temperature esterne più rigide (inferiori a 0°C) il grado di efficienza è minore

Una pompa di calore di qualità è in grado di mantenere una buona efficienza anche con le temperature esterne più rigide.
> Scopri nel nostro approfondimento "come scegliere la migliore pompa di calore per la tua casa"

Quindi, proprio quando il fabbisogno di calore (quindi di riscaldamento) è più elevato, è necessario che il generatore lavori di più (quindi consumi una maggiore quantità di energia/elettricità) per riscaldare casa. Una pompa di calore di qualità manterrà una buona efficienza anche con le temperature esterne più rigide.

Il grado di efficienza di una pompa di calore si misura tramite il coefficiente di prestazione COP (Coefficient Of Performance), che non è nient‘altro che il rapporto tra la potenza termica prodotta (kW) e la potenza elettrica consumata (kW). Ad esempio, se la pompa di calore sta fornendo 4 kW all'impianto di riscaldamento con un consumo elettrico di 1 kW, il COP risulta pari a 4. In queste condizioni, per ogni kWh di energia elettrica consumata la pompa di calore produce 4 kWh di energia termica. La grandezza analoga che misura l‘efficienza della pompa di calore sull'intera stagione invernale si chiama SCOP (Seasonal Coefficient Of Performance). Questo valore è molto usato dai programmi e dagli installatori, perché fornisce immediatamente un riscontro dei consumi, oltre che essere riportato sull'efficienza energetica.

Le pompe di calore aria-acqua possono essere installate all'esterno e all'interno dell'abitazione e sono, solitamente, disponibili in versione:

  • Split suddivisa in due unità (unità interna e unità esterna)

In questa categoria, ad esempio, nel caso delle soluzioni proposte da Viessmann troviamo Vitocal 222-S, pompa di calore reversibile con bollitore per l’acqua calda sanitaria integrato da 210 litri in classe A+++/A+++. Questa soluzione ha un COP in
riscaldamento fino a 5.0, tra i più alti della categoria. Anche nel caso di questa tipologia di pompa di calore il generatore di calore è installato all'interno dell‘edificio, mentre l’unità esterna può essere collocata in un seminterrato o anche all’esterno vicino allo spazio abitativo.

pompa-di-calore-aria-acqua-Vitocal-222S

  • Monoblocco costituita da un‘unica unità installata all'esterno dell‘abitazione

In queste macchine i principali componenti dell’impianto (es. ciclo frigorifero) sono accolti in unica unità posizionata all‘esterno. Le tubazioni verso l‘abitazione sono idroniche e trasportano all‘interno l‘acqua calda o refrigerata. Di questa categoria nel mondo Viessmann troviamo, ad esempio, Vitocal 100-A, una soluzione per tutte le esigenze e le condizioni ambientali. Disponibile in due versioni (a incasso Kit Compact "no gas" e Kit Compact Hybrid, ovvero sistema ibrido in pompa di calore con caldaia a condensazione). Per questa soluzione il modulo da esterno a incasso, infatti, è profondo solamente 38 cm, offrendo un’ottima soluzione "salvaspazio". Per entrambi le versioni , sono previsti dei kit opzionali, per il collegamento a panelli solari termici.

Tutta la gamma Vitocal 100-A è stata progettata per garantire la massima efficienza 365 giorni l’anno, ottimizzando le prestazioni sia in riscaldamento che in raffrescamento, con temperature di mandata che raggiungono i 60°C e una classe energetica al vertice di categoria (A+++). E' una soluzione molto conveniente soprattutto in edifici nuovi o dopo interventi di riqualificazione energetica, perché con questa tipologia di generatori il livello di risparmio è elevato e l’investimento si ripaga in pochi anni.

pompa-di-calore-monoblocco-Vitocal-100A
  • Sistemi ibridi: pompa di calore e caldaia a condensazione.

E' possibile trovare sul mercato anche soluzione combinate, dove una pompa di calore è abbinata a una caldaia a condensazione, come la pompa di calore Vitocaldens 222-F di Viessmann. Si parla di sistema di riscaldamento ibrido, dove il generatore seleziona automaticamente la fonte di energia più economica in base alla temperatura esterna e al costo del combustibile (energia elettrica e gas) e garantisce bassi costi per il riscaldamento anche negli edifici più datati.

caldaia-ibrida-Vitocaldens-222F

Un sistema ibrido, chiamato anche impropriamente "caldaia ibrida" sfrutta i vantaggi di ciascuna tecnologia di cui è composto. > Leggi l'approfondimentoguida-sistema-ibrido-viessmann

Questa soluzione permette di combinare comfort e risparmio in qualsiasi periodo dell’anno, assicurando sempre massima affidabilità:

  • durante la primavera e l’autunno, quando le temperature sono miti, puoi sfruttare il calore presente naturalmente nell'ambiente per riscaldare le stanze della casa in maniera ecologica, grazie alla pompa di calore
  • durante i mesi più freddi, invece, quando le temperature sono particolarmente basse, è possibile utilizzare la caldaia abbinata per soddisfare la maggior richiesta energetica

Ricordiamo che i sistemi ibridi, se sono certificati e rispettano i requisiti di rendimento previsti, rientrano tra gli interventi trainanti che consentono di accedere direttamente al Superbonus 110% . Inoltre, possono essere installati sfruttando l’Ecobonus 65%, il Bonus Ristrutturazioni 50% e, grazie alla presenza della pompa di calore, anche il Conto termico 2.0.

detrazioni-fiscali

Richiedi un preventivo gratuito

La gamma di sistemi ibridi certificati Viessmann è la più ampia sul mercato: si tratta di 8 soluzioni differenti per il mondo residenziale, con caldaie a condensazione fino 35 kW e pompe di calore fino a 16 kW monoblocco o splittate. Esistono anche sistemi ibridi che integrano un serbatoio di accumulo per l’acqua e soluzioni configurate in "armadi" per l’installazione a incasso, anche sul balcone di casa. Questa
diversificazione consente ai prodotti Viessmann di rispondere a diverse esigenze abitative, dalla villa all'appartamento, in contesti di nuove realizzazioni e di ristrutturazioni.

New call-to-action

Pompa di calore terra-acqua o acqua-acqua (geotermica)

Questa tecnologia oggi è installata molto di rado presso le abitazioni in Italia.

Pompa di calore geotermica, ecco come funziona. > Leggi l'approfondimento

pompa-di-calore-geotermica-Vitocal-200G

Come nell'aria, l‘energia termica viene immagazzinata anche nel terreno o nell‘acqua presente nel sottosuolo. I generatori che sfruttano questa fonte energetica prendono il nome di pompe di calore geotermiche, dotate di tubazioni attraverso cui circola una miscela di acqua e antigelo.

Questo liquido estrae calore dalla terra e lo trasporta alla pompa di calore. A seconda dello spazio e delle condizioni del terreno, i tubi possono essere installati fino a 100 metri di profondità o a 2,5 metri nel caso del posizionamento dei tubi a "sbancamento" o a "trincea", dove si sfrutta la superficie del terreno.

La perforazione profonda del sottosuolo oppure il prelievo da falde acquifere/bacini non è consentita ovunque, ma richiede autorizzazioni dall'ufficio competente. Qualora non fosse possibile, è comunque fattibile estrarre l‘energia termica della terra direttamente sotto la superficie attraverso sistemi a distribuzione orizzontale, posando tubi a un profondità di circa 1,50 metri.

Estrarre il calore dal terreno o da fonti d‘acqua è vantaggioso. Rispetto all'aria esterna, il sottosuolo si trova durante l‘inverno a temperature più elevate e costanti. Ciò aumenta l‘efficienza della pompa di calore e riduce i costi legati al riscaldamento. Per fornirti un‘indicazione di massima, con una pompa di calore geotermica è possibile ottenere un:

  • risparmio fino al 50% con riscaldamento geotermico rispetto a una caldaia a metano
  • risparmio fino al 65% con riscaldamento geotermico rispetto a una caldaia a gasolio o GPL

Scaldacqua a pompa di calore

Gli scaldacqua (o scaldabagno) a pompa di calore sono apparecchi da installare in casa (es. in un locale tecnico, in garage o in lavanderia) e servono solo per generare acqua calda da usare in bagno e per le utenze sanitarie.

Caldaia a condensazione, solare termico, scaldacqua a pompa di calore. Queste sono alcune delle soluzioni più efficienti per produrre acqua calda sanitaria. > Leggi l'approfondimento

Nel caso di installazione in lavanderia, ad esempio, il vantaggio è duplice: oltre a produrre acqua calda per gli usi sanitari, lo scaldacqua a pompa di calore assicura un salutare effetto di deumidificazione, eliminando l’umidità presente nella stanza e preservando la struttura
dell’edificio.

La presenza di eccessiva umidità in casa compromette il nostro comfort, ma non solo. > Scopri il nostro approfondimento sui sistemi di ventilazione meccanica controllata

Guida alla ventilazione meccanica controllata > Clicca qui

Rispetto a un tradizionale scaldabagno elettrico, lo scaldacqua a pompa di calore ha una resa 2,5/3 volte superiore. Ciò significa che ti permette di risparmiare fino al 75% in bolletta, godendo sempre del massimo comfort.

boiler-acqua-calda-scaldacqua-Vitocal-060A

Questo tipo di scaldabagno è composto da un serbatoio di acqua sanitaria con isolamento termico che integra una piccola pompa di calore per il suo riscaldamento.

Nel listino Viessmann troviamo Vitocal 060-A, uno scaldacqua compatto, composto da modulo pompa di calore, bollitore da 250 litri e regolazione, già pronto per l‘installazione e per la produzione di acqua
calda sufficiente per le esigenze di una famiglia. Nella versione per funzionamento ad aria ricircolata, lo scaldacqua Vitocal 060-A sfrutta  l‘aria presente nel locale in cui è installato, sottraendole parte del suo calore e innalzandolo alla temperatura richiesta (62°C).

guida-pompa-di-calore

05
POMPA DI CALORE

Le migliori pompe di calore

Adesso che hai capito come funziona una pompa di calore e quante diverse tipologie esistono, entriamo più nel dettaglio e vediamo quali sono le sue caratteristiche principali e come scegliere la miglior pompa di calore per la tua casa.

Dal 2015 le pompe di calore per il riscaldamento degli ambienti, con potenza nominale fino a 70 kW, devono essere accompagnate da un’etichetta energetica che fornisce all'utente informazioni per il confronto tra modelli.

Sull’etichetta sono riportati alcuni dati tecnici come potenza termica erogata, rumorosità e classe di efficienza, secondo una classifica che va da A+++ a D, dove A+++ indica un prodotto ad alta efficienza e D un prodotto poco efficiente.

Ad esempio, Vitocal 200-S o Vitocal 222-S di Viessmann hanno una una classe di efficienza energetica A+++ con valori di COP fino a 5.0 (A7/W35)

La classificazione in lettere ha lo scopo di aiutare il consumatore a orientarsi con maggior consapevolezza tra i vari sistemi, scegliendo quello capace di garantire il maggior risparmio e le prestazioni più elevate.

Qualsiasi sia il modello scelto, il fatto di raccogliere energia termica in maniera gratuita da una sorgente naturale e rinnovabile ti permette di ridurre le emissioni di CO2 e, soprattutto, tagliare le bollette legate ai consumi energetici della tua abitazione. > Leggi i 3 motivi per installare subito una pompa di calore

Fattori da considerare per l'acquisto di una pompa di calore

  • Destinazione d’uso (pompa di calore per il riscaldamento, il raffrescamento e/o la produzione di acqua calda sanitaria)
  • Tipo di impianto esistente.Il funzionamento più efficiente di una pompa di calore si ha con impianti a bassa temperatura, come il pavimento radiante. Tuttavia, ci sono pompe di calore che possono raggiungere anche temperature di +65°C, che quindi possono essere abbinate a un impianto tradizionale a radiatori
  • Zona climatica in cui si vive. Le pompe di calore aria-acqua sono le più diffuse, perché la fonte energetica che sfruttano è più facile da utilizzare. A livello di prestazioni, però, questo tipo di pompa di calore è influenzata dalle condizioni climatiche. Se vivi in una località dove gli inverni sono molto rigidi e l‘edificio è particolarmente disperdente, potrebbe rivelarsi più conveniente abbinare la pompa di calore a un generatore di supporto, ad esempio una caldaia a condensazione

guida-sistema-ibrido-viessmann

  • Spazi per l’installazione. In genere l’installazione di una pompa di calore richiede uno spazio maggiore, rispetto a una caldaia. Tuttavia, esistono modelli compatti, con ingombri davvero contenuti, come la pompa di calore Vitocal 222-S di Viessmann. L’unità interna è larga solo 60 cm, come un frigorifero domestico, e comprende al suo interno un bollitore di acqua calda sanitaria da 210 litri
    Silenziosità .Le unità esterne, dove è alloggiato il compressore, potrebbero rivelarsi particolarmente rumorose mentre la pompa di calore è in funzione. Le pompe di calore Vitocal serie 200 di Viessmann sono caratterizzate da unità esterne dal design tutto nuovo, che, oltre a garantire un funzionamento estremamente silenzioso, offrono prestazioni al vertice della categoria (solo 35 dB(A) a 3 metri di distanza in funzionamento notturno)

Sul tema rumorosità delle pompe di calore circolano molti falsi miti. > Leggi il nostro approfondimento

  • Funzionamento reversibile: la pompa di calore può essere utilizzata per generare calore (in inverno) e fresco (in estate), semplicemente invertendo il funzionamento
  • Indici COP e SCOP: il COP e l‘SCOP sono i parametri che individuano l’efficienza di una pompa di calore. È dato dal rapporto tra potenza termica prodotta e potenza elettrica assorbita. Più alto è questo valore, meglio è, perché significa che il generatore è in grado di rendere all’impianto più energia di quanta ne consuma per il funzionamento
  • Indice di Efficienza Energetica (EER): questo parametro indica il rendimento delle pompe di calore quando sono in modalità raffrescamento. Se hai intenzione di utilizzare la pompa di calore anche in estate, per produrre aria fresca, devi assicurarti – come per il COP – che il valore EER sia elevato, cioè che per produrre la quantità di energia energia frigorifera necessaria venga impiegata poca energia elettrica
  • Regolazione e gestione smart: grazie a un sistema di gestione a distanza, Regolazione e gestione smart: grazie a un sistema di gestione a distanza, puoi attivare o spegnere la pompa di calore direttamente dallo smartphone e da lì controllare anche che tutto funzioni correttamente
  • Integrazione con fotovoltaico: possibilità di gestire l‘impianto fotovoltaico in maniera integrata, andando ad aumentare la produzione di energia quando l‘impianto fotovoltaico è in funzione

guida-fonti-rinnovabili

Se decidi di installare quest'anno una nuova pompa di calore in sostituzione di un impianto esistente hai la possibilità di accedere a una serie di agevolazioni fiscali. Per approfondire e conoscere nel dettaglio quali sono questi incentivi, richiedi e scarica subito gratuitamente la Guida realizzata dai nostri esperti del settore.

detrazioni-fiscali

06
POMPA DI CALORE

Pompa di calore in abbinamento con diverse tecnologie: un sistema completo

Il risparmio energetico è come un gioco di squadra. Coibentazione, finestre con vetrocamera e impianto di riscaldamento efficiente sono certamente elementi chiave, ma ci sono anche altri elementi molto importanti da aggiungere nella valutazione:

  • Terminali di distribuzione (es. sistemi radianti)
  • Trattamento dell‘aria interno, con un sistema di ventilazione meccanica controllata - VMC
  • Trattamento dell‘acqua, con un addolcitore
  • Impianto fotovoltaico (con o senza sistema di accumulo e colonnina di ricarica auto elettrica)
  • Impianto solare termico

Sistemi radianti (impianto di riscaldamento a pavimento)

impianto-di-riscaldamento-a-pavimento-pannello-super-viessmann

Come abbiamo visto nei capitoli precedenti, la pompa di calore è un generatore di calore particolarmente efficiente e conveniente, soprattutto quando lavora su impianti a bassa temperatura. Ecco perché è l’ideale da abbinare a un impianto di riscaldamento a pavimento, dove è sufficiente impostare la temperatura dell’acqua che scorre nei tubi a 30-40°C.

New call-to-action

Abbinando pompa di calore e pavimento radiante puoi, quindi, contare su un riscaldamento uniforme in tutta la casa e su una soluzione green, che ti permette di fare del bene all'ambiente e risparmiare sui costi energetici. Nel caso di ristrutturazioni, la posa dei pannelli può avvenire anche sopra pavimenti esistenti, utilizzando prodotti a spessore ridotto (come i pannelli Viessmann Vitoset spessi solamente 17 mm).

Pompa di calore vs caldaia a condensazione. In questo articolo abbiamo messo a confronto questi due generatori per scoprire tutte le convenienza. > Leggi l'approfondimento

Guida Gratuita Come Ristrutturare Casa

Sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC)

Un sistema di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore assicura un costante ricambio dell‘aria e la regolazione dell‘umidità esistente in inverno, impedendo così la formazione di muffe e assicurando un elevato livello di qualità dell‘aria negli ambienti. Inoltre, grazie a uno scambiatore inserito tra i due flussi d‘aria è possibile un recupero di calore fino al 95%!

343x285_vitovent_sconto_in_fattura

Tra i prodotti Viessmann è possibile scegliere:

  • Sistemi di ventilazione meccanica controllata decentralizzata a parete Energyvent 150-D, dotato di un ricambio automatico dell‘aria che, grazie alla presenza di un doppio filtro combinato, elimina pollini e polveri dall‘aria esterna, oppure Vitovent 100-D;
  • Sistemi di ventilazione meccanica centralizzata, come il nuovo Vitoair, dotati di scambiatore entalpico, che riesce a recuperare, oltre al calore, anche l‘umidità interna, assicurando un comfort elevato e un generale senso di benessere
Guida alla ventilazione meccanica controllata > Clicca qui

Addolcitore acqua

Nel momento in cui si ristruttura casa e ci si prepara a realizzare un nuovo impianto di riscaldamento o integrare quello esistente, sarebbe opportuno dotarsi anche di addolcitori d‘acqua. L‘installazione di un addolcitore è importante perché elimina il calcare contenuto nell‘acqua, quindi aiuta a proteggere l’impianto, assicurando lunga vita alla pompa di calore e a tutti gli elettrodomestici che funzionano con l’acqua.

Addolcitore d'acqua: cos'è e perché è importante installarlo in casa. > Leggi l'approfondimento

gamma-addolcitori-acqua-Viessmann-1Gli addolcitori monoblocco della serie VS di Viessmann sono, ad esempio, soluzioni applicabili per l’utenza residenziale che va dal singolo appartamento fino alla villa bifamiliare, grazie alle quattro taglie disponibili con bombole di resina di differenti dimensioni. Il funzionamento è estremamente efficiente, data la presenza di un’elettronica di tipo auto-adattivo, che adatta il numero e il tipo di rigenerazione al funzionamento effettivo dell’addolcitore e minimizza così i consumi di acqua e di sale (il processo di rigenerazione permette di rigenerare solo le resine davvero esaurite, riducendo il consumo di acqua e sale fino al 50% rispetto ad altri addolcitori).

Impianto fotovoltaico

Se integri nell’impianto domestico i pannelli fotovoltaici, hai un sistema di riscaldamento ancora più rinnovabile e gratuito!

guida-fonti-rinnovabili

Interfacciando il fotovoltaico con il generatore puoi sfruttare l’elettricità autoprodotta dai moduli posati sul tetto per far funzionare la pompa di calore, tagliando così anche la bolletta dell’energia elettrica, oltre a quella del gas. E se all’impianto fotovoltaico ci abbini anche le batterie per l’accumulo, puoi immagazzinare l’elettricità non immediatamente utilizzata e sfruttarla quando realmente ti serve, ad esempio di sera o di notte, oppure per ricaricare l‘auto durante la sosta in garage.

Sempre più spesso di parla di fotovoltaico abbinato a sistemi di accumulo. Ma perché questa soluzione è così conveniente? > Scopri tutti i dettagli nell'approfondimento

Le pompe di calore evolute, come Vitocal 200-S, hanno la possibilità di interfacciarsi con l’impianto fotovoltaico e l’accumulo grazie a un sistema di gestione ottimizzato che privilegia nell’ordine, l’utilizzo dell’elettricità generata dai pannelli, quella accumulata e, solo in ultima istanza, quella prelevata dalla rete.

New call-to-action

Impianto solare termico

Per contribuire alla produzione di acqua calda sanitaria ad alta temperatura è possibile valutare anche l’installazione di pannelli solari termici. Un supporto particolarmente utile nei mesi estivi quando la pompa di calore può dedicarsi al raffrescamento degli ambienti. In più, si può ottenere acqua calda sanitaria gratis per tutta l‘estate. Esistono due tipi di pannelli:

07
POMPA DI CALORE

Costo pompa di calore: incentivi e agevolazioni all‘acquisto

Iniziamo subito col dire che esistono grandi differenze di costo o prezzo a seconda delle fonte di energia ambientale che si sceglie di utilizzare. Mentre una pompa di calore ad aria non richiede quasi nessuna tecnologia aggiuntiva, una pompa di calore ad acqua, ad esempio, richiede la necessità di creare pozzetti o fori per le sonde attraverso i quali l'acqua di falda viene trasportata al generatore e riportata nel terreno. Questi costi sono di circa 5.000-6.000 euro.

Per una casa monofamiliare il costo di una pompa di calore aria-acqua può avere valori che vanno dai 5.000 ai 15.000 euro circa.

Anche la destinazione d'uso del generatore può incidere sui costi finali. Ci sono pompe di calore che servono solo per riscaldare casa, altre, invece, che sono reversibili e possono funzionare anche per raffrescarla in estate. Allo stesso modo, se hai bisogno di un generatore per produrre solo acqua calda sanitaria, esistono pompe di calore in grado di soddisfare anche questa specifica necessità.

Quanto costa una pompa di calore? Scopri costo, agevolazioni e vantaggi >

Nel momento in cui devi scegliere la nuova pompa di calore per la tua casa, potresti essere tentato di risparmiare scegliendo la soluzione con il prezzo più basso, ma fai molta attenzione, perché rischi di trascurare alcuni importanti fattori che incidono direttamente sul prezzo e che rischiano di far diventare il tuo investimento sbagliato:

  • Qualità dei materiali
  • Livello di efficienza (e risparmio)
  • Prestazioni e affidabilità
  • Know-how, tecnologie e brevetti esclusivi
  • Servizio di assistenza post-vendita
Vuoi approfondire tutti questi fattori e capire da cosa dipendono i prezzi di una pompa di calore? Leggi l'articolo >

Ad esempio, Vitocal 222-S è la pompa di calore aria-acqua di Viessmann in grado di offrire i più alti livelli di comfort e innovazioni tecniche disponibili oggi sul mercato:

  • Alta qualità del prodotto e design moderno e senza tempo - Made in Germany
  • Efficienza al vertice di categoria per bassi consumi elettrici e per accesso agli incentivi statali in vigore (COP fino a 5.1 a A7/W35)
  • Unità esterne con progettazione acustica avanzata (AAD): emissioni sonore inferiori a 35 dB(A) a 3 metri di distanza per garantire un funzionamento estremamente silenzioso
  • Temperatura massima di mandata fino a 60°C a -10°C di temperatura esterna
  • Regolazione Vitotronic 200 di facile utilizzo con testo in chiaro e display grafico
  • Interfaccia WiFi per la connessione a internet e gestire a distanza tramite App ViCare dedicata.
  • Predisposizione per l'utilizzo dell'energia elettrica generata in loco, ad esempio da impianti fotovoltaici.

Già da questi primi elementi si può capire che scegliere una pompa di calore Vitocal di Viessmann non vuol dire scegliere un "qualsiasi prodotto", ma significa affidarsi a un’azienda che vanta una forte competenza nel settore del riscaldamento e della climatizzazione, consolidata in anni di esperienza e di investimenti nella ricerca di prodotti sempre più innovativi, dall'elevato contenuto tecnologico e rispettosi dell’ambiente.

New call-to-action

Bonus Casa, Ecobonus, Superbonus e Conto Termico

Parlando di prezzi e costi per l'investimento nell'acquisto di una nuova pompa di caloe, c’è subito da sottolineare la presenza di due buone notizie.

La prima è che, come previsto dalla dalla Legge di Bilancio 2022, fino al 31 dicembre 2024 sarà possibile beneficiare delle agevolazioni fiscali per gli interventi sul tuo nuovo impianto di riscaldamento e climatizzazione.

L’installazione di un impianto di riscaldamento in pompa di calore in un edificio già esistente ti permette di accedere a:

  • Bonus Casa o bonus ristrutturazioni – detrazione fiscale 50%
    L’installazione di una pompa di calore o di un sistema ibrido in un edificio residenziale o su parti comuni di edifici condominiali rientra tra gli interventi agevolati dal Bonus Ristrutturazioni. È possibile usufruire di questo incentivo, in alternativa all’Ecobonus, qualora si scelga di installare una pompa di calore come primo generatore domestico, quindi non necessariamente in sostituzione di un impianto già esistente, o nel caso si sia scelta una PDC non ad alta efficienza.
  • Ecobonus - detrazione fiscale 65%
    L’Ecobonus permette di usufruire di una detrazione fiscale del 65% nel caso di sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale esistente con una pompa di calore ad alta efficienza o un sistema ibrido a pompa di calore. Il
    concetto di "alta efficienza" varia in base alla tipologia di pompa di calore e deve rispettare dei valori minimi stabiliti dell’Agenzia delle Entrate per poter rientrare nell’agevolazione.
    L’intervento, eseguibile entro il 31/12/2024 su edifici di qualsiasi categoria catastale, consente di detrarre il 65% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 30.000 euro. L’importo ti verrà rimborsato in 10 anni, tramite detrazione IRPEF oppure avvalendosi dell‘opzione per lo sconto in fattura. In questi ultimi casi ottieni un contributo anticipato sotto forma di sconto sul corrispettivo da pagare praticato dai fornitori dei beni o servizi, di importo massimo non superiore al corrispettivo stesso.
  • Superbonus 110%
    La "regina" delle agevolazioni fiscali in quanto strumento che consente di riqualificare a costo zero case indipendenti e condomini (sempre che si effettui almeno un intervento trainante e che si ottenga il doppio salto di classe energetica dell’immobile). Il Superbonus è stato prorogato sia per i condomini sia per le case unifamiliari, ma con distinzioni importanti:
    - per i condomini e gli edifici composti da due a quattro unità immobiliari con unico proprietario o stessa comproprietà da più persone il Superbonus 110% è esteso in modo invariato fino al 31 dicembre 2023, ma dopo tale anno l’aliquota del 110% scenderà al 70% per le spese sostenute nel 2024 e al 65% per le spese sostenute nel 2025;
    - per gli edifici unifamiliari per beneficiarne è necessario completare il 30% dei lavori complessivi al 30 giugno 2022 e realizzare il 100% al 31 dicembre 2022.

Viessmann-Professional-Network-superbonus-110

Per accedere al Superbonus 110% bisogna rispettare alcuni requisiti stringenti:

  1. Realizzazione di almeno uno degli interventi "trainanti"
  2. Salto di due classi energetiche dell’edificio, certificato da due APE (Attestato di prestazione energetica), uno prima di effettuare i lavori e uno successivo, rilasciati da un tecnico abilitato nella forma della dichiarazione "asseverata". Se non è possibile il doppio salto di classe energetica (es. edificio in classe A3), bisogna ottenere la classe energetica più alta possibile (A4).

Tra gli interventi trainanti troviamo:

  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale in edifici unifamiliari o in unità abitative indipendenti situate in edifici plurifamiliari o su impianti centralizzati nei condomini, con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la produzione di acqua cada sanitaria adottando le seguenti tecnologie: caldaie a condensazione almeno in classe A, pompe di calore (comprese quelle con sonde geotermiche), impianti ibridi (pompa di calore + caldaia a condensazione), impianti di microcogenerazione o collettori solari termici, allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente o installazione di caldaie a biomassa almeno in classe 5 stelle, ma solo nelle aree non metanizzate nei comuni non interessati dalle procedure UE di infrazione
  • Isolamento termico sull’involucro edilizio (con materiali che rispettano, i “"criteri ambientali minimi" del dm dell’ambiente 11 ottobre 2017) che riguardi almeno il 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio;  l’isolamento può riguardare le pareti esterne (cappotto termico), i pavimenti, le coperture, le falde del tetto. Per le unità abitative con ingresso indipendente all’interno di edifici plurifamiliari il 25% si calcola sulla superficie disperdente della singola unità. Il limite di spesa è di 50.000 € per le abitazioni familiari o le villette a schiera, mentre per gli edifici con più unità immobiliari la spesa massima in detrazione varia in funzione del numero di unità immobiliari. I serramenti non sono inclusi in
    questa tipologia di intervento trainante
  • (solo se l‘impianto è autonomo) nel caso della pompa di calore, se l‘intervento trainante è rappresentato dall‘isolamento termico dell‘involucro edilizio", la sostituzione dell‘impianto di casa può rientrare tra la categoria di interventi "trainati", così come l‘installazione di impianti solari fotovoltaici, eventuali sistemi di accumulo e/o colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

guida-fonti-rinnovabili

Le agevolazioni fiscali possono essere godute in tre modalità alternative:

  1. Portare in detrazione Irpef la quota riconosciuta per le spese agevolate in 10 anni
  2. Chiedere sconto sulla fattura del 110%, 65% o del 50% da parte dell‘impresa che ha eseguito i lavori (installatore, impiantista, idraulico, serramentista, ecc). In pratica, si riceve subito l’agevolazione in un’unica
    tranche e non si aspettano anni per recuperarla. Questa diventa l‘unica opzione praticabile quando non si ha capienza nell‘Irpef per beneficiare della detrazione
  3. Cedere il credito maturato del 110%, 65% o 50% a un istituto di credito o ad altro intermediario finanziario
  • Conto Termico 2.0
    Il Conto Termico promuove e incentiva interventi di piccole dimensioni, volti a migliorare l’efficienza energetica di un immobile già esistente attraverso la produzione di energia da fonti rinnovabili. Questa agevolazione economica, non cumulabile con l’Ecobonus o il Bonus Ristrutturazioni, permette di recuperare parte dell’investimento in 2 o 5 anni, con un rimborso erogato direttamente sul tuo conto corrente.

    Addirittura, nel caso l’ammontare dell’incentivo sia inferiore ai 5.000euro, il contributo viene corrisposto in un’unica rata. Per le pompe di calore, il calcolo dell’incentivo dipende dal coefficiente di prestazione dell’apparecchio, dalla zona in cui viene installata la pompa di calore e dalla quantità di energia termica prodotta in un anno.

Vuoi farti un’idea del contributo che potresti ottenere, installando una pompa di calore, un sistema ibrido o uno scaldacqua Viessmann? CLICCA QUI e prova il nostro tool online dedicato al Conto Termico.

 

Tariffe elettiche con generatore in pompa di calore

Un ulteriore vantaggio in termini fiscali, legato all’installazione di una pompa di calore, riguarda il costo dell’energia elettrica.

Dal 2017 ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente - ex AEEGSI) ha attivato una serie di riforme delle tariffe elettriche con l’obiettivo di sostenere i consumi efficienti e la diffusione delle energie rinnovabili, con riferimento specifico alle pompe di calore.

Dopo varie fasi di sperimentazione si è arrivati, a partire dal 1° gennaio 2019, alla nuova tariffa TD (Tariffa Domestica) che stabilisce un prezzo unico del kWh sia per i residenti che per i non residenti. Con la nuova tariffa non progressiva, quindi, il costo dell’energia non è più influenzato dalla potenza del contatore né dalla tipologia di unità di consumo.
Dal 1° gennaio 2020 la progressività è stata eliminata anche dagli oneri di sistema, così da uniformare anche quei costi "fissi" (circa il 40% della bolletta) che vanno sotto le voci "tariffa per il trasporto energia e gestione del contatore" e "oneri di sistema", rendendoli uguali per tutti indipendentemente dai livelli di consumo.
Sempre a partire dal 2020 sono state introdotte più taglie disponibili (con step di 0,5 kW) per aumentare la potenza del contatore in base alle proprie esigenze.

Quali sono i vantaggi per l’utente?

Il costo dei servizi di energia elettrica sono più equi, cioè paghi per quello che effettivamente utilizzi, senza rincari o sproporzioni. In particolare, beneficiando di un costo più basso del kWh gli utenti domestici che usano la pompa di calore
risparmiano sulla bolletta e, allo stesso tempo, fanno del bene all’ambiente grazie a un sistema ecologico ed efficiente.

guida-pompa-di-calore

Esempio di risparmio: riqualificazione energetica

DATI DI PARTENZA

  • Villetta residenziale in classe B (109 kWh/m2/anno) composta da taverna interrata e piano terra
  • Superficie utile = 115 mq
  • Strutture isolate (anno 2010)
  • Famiglia di 4 persone
  • Clima del Nord Italia (zona E)
  • Riscaldamento e ACS con caldaia a condensazione e pannelli radianti a pavimento
  • Regolazione di zona on/off con sonda climatica esterna
  • Consumi: 1.220 m3 per una spesa di circa 1.100€ all’anno
  • Emissioni: 2.350 kg/anno di CO2

costo-impianto-riscaldamento-a-pavimento

La famiglia, dopo aver vissuto per più di 10 anni in un' abitazione di nuova costruzione con impianti efficienti, ha scelto di migiorare il proprio livello di comfort domestico e risparmiare sui consumi legati al riscaldamento sfruttando le fonti rinnovabili. Gli interventi su cui si è deciso di puntare per un intervento di riqualificazione energetica sono stati:

  1. Sostituzione del generatore a fonte fossile con un generatore green e affidabile Vitocal 200-S di Viessmann. Questa pompa di calore, dalle prestazioni al vertice della categoria (classe energetica A+++ e COP fino a 5,1 e SCOP fino a 4,5), ha consentito di assicurare dei rendimenti all’impianto eccellenti e, di conseguenza, un maggior risparmio sui consumi.
    Il costo annuo del gas è stato azzerato a favore di un consumo di energia elettrica pari a 2.390 kWh/anno (circa 720 €/anno). Questo intervento si è tradotto da subito in un risparmio di circa 380 € ogni anno sulle bollette (quasi il 35% in meno).
    La sostituzione del generatore ha, inoltre, permesso alla famiglia di beneficiare delle detrazioni fiscali 65% legate all’installazione di un generatore in pompa di calore. Ricordiamo, tra l’altro, che sostituire l’impianto di riscaldamento è particolarmente conveniente, grazie alla possibilità di godere dello sconto immediato in fattura da parte dell’installatore.
  2. Ha integrato il proprio sistema di casa installando un impianto fotovoltaico Vitovolt da 6 kW, con una produzione annua di 6.600 kWh, e un sistema di accumulo Vitocharge da 12 kWh. Questo ulteriore intervento le ha permesso di aumentare la quota di risparmio generato grazie alla produzione (e autoconsumo) di energia elettrica (circa 70% di copertura consumi), portando la bolletta ad alleggerirsi ulteriormente. Nel caso specifico è stato possibile quantificare il risparmio in una percentuale complessiva del 85%, pari a circa 940 € all’anno.

costo-pompa-di-calore-viessmann

Il COSTO DELL‘INVESTIMENTO

Veniamo ora ai costi per gli interventi.

L‘installatore Partner Viessmann, dopo aver valutato e compreso tutte le esigenze della famiglia, ha proposto come soluzione:

  1. Nuova pompa di calore aria-acqua split Vitocal 200-S ad alta efficienza (spesa di circa 10.000 €).
  2. Impianto fotovoltaico Vitovolt di 6 kW con accumulo Vitocharge da 12 kWh (circa 20.000 €).

Sul primo intervento è stato possibile applicare la detrazione fiscale del 65% con sconto immediato in fattura, mentre sul secondo il Bonus Casa del 50%.

Queste agevolazioni hanno portato l’investimento a raggiungere un costo netto pari a 13.500 €. Accanto al "guadagno economico" derivato dal risparmio energetico, si sommano anche i sensibili e quotidiani miglioramenti dal punto di vista del
comfort e del benessere abitativo, oltre che al sensibile miglioramento in termini di sostenibilità ed emissioni (2.120 kg di CO2 emessi in meno ogni anno, circa il 90%).

Non è sufficiente?

Sappi che la classe energetica dell’abitazione ha subito un notevole incremento di classe energetica, passando da avere un APE pre intervento in classe B all’attuale classe A4 (19 kWh/m2/anno).

Richiedi un preventivo gratuito

Ora che hai il quadro completo su questo tipo di tecnologia, perché non chiedere anche tu una consulenza e fissi un sopralluogo gratuito con uno degli Installatori Partner per l’Efficienza Energetica Viessmann della tua zona? La possibilità di risparmio sulle spese energetiche del tuo impianto è dietro l’angolo, l’efficienza aspetta solo te!

New call-to-action

08
POMPA DI CALORE

Contattaci